Quantcast

Il pizzaiolo napoletano Francesco Ialazzo vince il primo Campionato del Mondo indetto dall’Associazione Pizzaioli Cuochi Pasticcieri Professionisti foto

Più informazioni su

Ad Ercolano convenuti 80 pizzaioli provenienti da varie parti del globo

L’Associazione Pizzaioli Cuochi Pasticcieri Professionisti (A.P.C.P.P.) ha conferito la coppa del primo Campionato del Mondo a Francesco Ialazzo che ha vinto ai punti primeggiando nelle varie competizioni su tutti gli altri concorrenti provenienti oltre che da Napoli, da varie città di Europa e del Maghreb.
L’evento si è tenuto nei giorni scorsi presso il ristorante pizzeria “Gianni al Vesuvio” di Ciro Fornito, prestigioso locale storico simbolo dell’accoglienza e del mangiar bene in via Vesuvio ad Ercolano. Il presidente dell’A.P.C.P.P. il maestro Alessandro “Zeb” Ceci, campione del mondo della pizza nel 2014, unitamente al contributo di lavoro offerto dal maestro pizzaiolo Umberto Fornito, titolare della “Antica pizzeria frattese” di Frattamaggiore, hanno voluto organizzare questo Campionato del Mondo in una forma innovativa rispetto ad altri eventi simili. La manifestazione appena conclusasi alle pendici del Vesuvio, ha visto la partecipazione oltre 80 concorrenti provenienti, oltre che dall’Italia, anche dalla Germania, dalla Svizzera, dal Marocco, dalla Tunisia ed dall’Egitto, i quali si sono confrontati in gare di varie categorie di pizza, come quella senza glutine, della quale è stato conduttore e giudice Marco Amoriello. Novità del concorso è stata anche l’introduzione di gare di cucina con la partecipazione di cuochi che hanno gareggiato proponendo i loro piatti ad una giuria di noti chef come Bruno Brunori. Tanti gli sponsor che hanno contribuito alla riuscita dell’evento come: Mulini Caputo per la farina; il pomodoro de La Torrente e la mozzarella Galan Latte; Mille dolcezze di Frattamaggiore; Sapori di Napoli; La Casa de I Pasticcini di Frattamaggiore; Falanghina e Fiano spumantizzato Bomba d’Amore della vinicola Annarumma di Felicia Annarumma. Importante l’apporto lavorativo della Vice presidente dell’A.P.C.P.P., Luiza Achitei e dei docenti Carmelo Merenda, dell’Istituto Alberghiero G. Leopardi di Barcellona Pozzo di Gotto e dell’Istituto Alberghiero di Sant’Agata di Militello, e di Waimer Giuliano docente presso l’ Istituto Alberghiero di Brescia ed i collaboratori Angela Olivo chef e Nino Vieni. Dopo il ricordo dell’indimenticabile Executive Chef di grande fama, Nicola Ricci, recentemente scomparso, i premi sono stati assegnati uno al più giovane pizzaiolo ed uno al più anziano, un premio “Critica della Stampa” attribuito dai giornalisti in giuria alla migliore pizza ed un premio riservato al gentil sesso in gara, denominato “Lady rosa”, per colei che ha ottenuto il punteggio più alto dopo le vincitrici. Le categorie sono state: due per le pizze varie, una per quelle senza glutine, una per la cucina, una per i pasticcieri ed una per la più grande pizza stesa. Questi i premiati: Oltre il Campione del Mondo Francesco Ialazzo, i vincitori delle varie categorie sono stati per la pizza Napoletana: 1° Francesco Ialazzo, 2° Michele Foriglio e 3° Roberto Lanzillo; per la Pizza Gourmet: 1° Giuseppe Cardone, 2° Biagio Fazzi e 3° Luca Basilico; per la pizza Classica: 1° Marco Scognamiglio, 2° Roberto Lanzillo e 3° Gianluca Piersanti; per la pizza Contemporanea: 1° Vincenzo Fotia, 2° Francesco Ialazzo e 3° Marco Scognamiglio; per la pizza Gluten Free: 1° Silvana Longo, 2° Yousef Pisano e 3° Giuseppe Cardone; per la pizza Dessert: 1° Biagio Fazzi, 2° Gianmatteo Frisa e 3° Giuseppe Bologna; per la pizza In Pala :1° Gabriele Giannotti, 2° Francesco Ialazzo e 3° Gianluca Piersanti; per la pizza Larga: 1° Francesco Masi, 2° Konstantin Tomasesco e 3° Francesco Fortuna; per la Pasticceria: 1° Pasquale D’Avanzamento, 2° Giorgio Maiorano e 3° Chantal; per la Cucina: 1° Ivano Piccardi, 2° Vincenzo Pasini e 3° Raffaele Fierro; per la Classifica Squadre: 1° Italia, 2° Germania e 3° Svizzera. Fra i giurati vi è stata la presenza di spicco di Rosario Lopa, del Ministero delle Politiche Agricole, Ispettorato Repressioni Frodi e Portavoce Consulta Nazionale per l’Agricoltura mns. Il complesso musicale “I Portofino” hanno allietato la serata con brani del loro repertorio. Fra i media che hanno seguito l’evento: la social blogger Daniela Del Prete di Dagal Social, Pasquale Turco direttore di Capri Event e la RAI 3.

Harry di Prisco

Più informazioni su

Commenti

Translate »