Quantcast

Gas interrotto, proteste da Vico Equense, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, quale risarcimento chiedere?

Gas interrotto, proteste da Vico Equense, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, quale risarcimento chiedere?  Molti lettori ci comunicano che La soc.Energia Italiana gas sta procedendo a sospendere l’erogazione gas, utenza domestica indispensabile, sembra difficile contattarli e c’è un rimbalzo di responsabilità tra il distributore del servizioe la Societa fornitrice del gas New Energy gas e luce
Rimborso interruzione gas: come richiederlo?

Richiedere il rimborso per l’interruzione della fornitura del gas prevede le stesse procedure e dinamiche per la richiesta di rimborso in caso della mancata fornitura di energia elettrica.Per tanto, dopo aver riscontrato il problema, l’utente è tenuto a contattare la propria compagnia di fornitura, che deve spiegare in maniera precisa le ragioni che hanno portato all’interruzione.

Il rimborso, generalmente, viene fatto direttamente in bolletta.

Così come nel caso dell’energia elettrica, anche l’interruzione della fornitura del gas può verificarsi secondo due diverse modalità:

Con preavviso
Senza preavviso
A quanto ammonta il rimborso?

Il rimborso varia in base:

identità del danno;
tipologia di utenza (business o domestica)
Ecco l’ammontare:

fino ad un massimo di €6.000 per le imprese;
da €30 a €300 per i clienti domestici
Rimborso interruzione gas con preavviso
Nel caso dell’interruzione del gas con preavviso, il distributore può effettuarla, se già programmata in precedenza, nel caso di lavori di manutenzione.

In questo caso, gli utenti devono essere informati prima, per l’esattezza:

Almeno 24 ore prima per un guasto
Almeno 2 giorni lavorativi prima per altro
Rimborso interruzione gas senza preavviso
Nel caso di interruzione di gas senza preavviso, invece, questa non dipende da interventi programmati dal distributore.

Inoltre, l’interruzione del gas deve essere di questi tre tipi:

Lunga se è superiore a 3 minuti
Breve se da un secondo a 3 minuti
Transitoria se minore di un secondo
In entrambi i casi, poi, il cliente ha la possibilità di fare richiesta per il rimborso tramite:

Sito web della società
E-mail
Posta
Modulo apposito che è possibile trovare sul sito della compagnia
Successivamente, lo stesso distributore ha 8 ore di tempo per ripristinare la fornitura del gas.

Le tariffe dei rimborsi variano a seconda del tipo di interruzione e tempo impiegato per il ripristino

Nel caso di una interruzione di gas effettuata con preavviso, il tempo massimo di ripristino è di circa 8 ore e l’indennizzo è pari a 30 euro.
Se l’interruzione di gas viene fatta senza preavviso, invece, il rimborso può variare sulla base del numero di abitanti, ma generalmente, anche in questo caso, il rimborso previsto è pari a 30 euro.
I rimborsi dell’ARERA per l’interruzione di gas

L’ARERA prevede una serie di rimborsi automatici:

dai 30 ai 300 euro per le famiglie
fino a 6.000 euro per le imprese
In questo modo, i clienti hanno la possibilità di essere agevolati facilmente. Come già detto all’inizio, i rimborsi sono accreditati direttamente sulla bolletta e vengono pagati dalla compagnia di distribuzione.

Pertanto, le famiglie hanno diritto a un rimborso pari a 30 euro, oltre 15 euro in più per tutti gli ulteriori blocchi di fornitura del gas, se l’interruzione è prolungata di circa 4 ore circa.

Commenti

Translate »