Quantcast

Ercolano, impiegata comunale faceva dirette porno nell’ufficio al cimitero, beccata da Striscia La Notizia, sindaco infuriato

Più informazioni su

    Chi lo dice che gli impiegati comunali non fanno nulla? Si danno da fare eccome, succede in Campania i provincia di Napoli dove una impiegata è stata beccata da Striscia durante l’orario di lavoro che si dava da fare, eccome.

    donna filmati porno hard

    Durante l’orario di lavoro, all’interno del suo ufficio, si esibiva in spogliarelli e pose hard davanti a una webcam. Uno show al quale, in alcune circostanze, partecipavano persino alcuni suoi colleghi. Una storia ai limiti della realtà che arriva dagli uffici del Comune di Ercolano. A raccontarla sono le immagini del servizio di «Striscia la Notizia» andate in onda lunedì sera.
    La protagonista del video a luci rosse che ora rischia il licenziamento è G.S, impiegata da oltre trent’anni presso il municipio e da qualche anno in servizio all’ufficio cimitero. Ed è proprio dalla sua stanza, all’ingresso del camposanto, che la donna di 64 anni metteva in mostra il suo corpo sul web accedendo a una piattaforma di streaming online basata sulle «offerte» degli ammiratori. Un’attività parallela rispetto a quella di dipendente pubblico che la donna aveva portato avanti almeno da qualche settimana, come documentato dal servizio televisivo firmato da Luca Abete. Un filmato che non lascia nulla all’immaginazione e che potrebbe rappresentare una prova chiave in vista dell’ormai certo procedimento disciplinare avviato dall’ente di corso Resina. Si faceva palpare dai colleghi per dare maggior vigore ai video, e guadagnare di più,  il sindaco Ciro Buonajuto ha già annunciato il pugno duro. «È vergognoso – il commento del primo cittadino poche ore dopo la messa in onda del filmato -. Abbiamo avviato immediatamente un procedimento disciplinare nei confronti della dipendente e di chiunque sia coinvolto, valutandone finanche il licenziamento. Il comportamento di un singolo non può gettare fango su una intera comunità che da anni porta avanti la sua battaglia contro ogni forma di illegalità e che punta su cultura e turismo per mettersi alle spalle un passato difficile».

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »