Quantcast

Costiera Amalfitana: 2 denunce nel fine settimana

I Carabinieri della Compagnia di Amalfi, nel corso dell’ultimo weekend, hanno denunciato in stato di libertà due persone per reati legati ai controlli della circolazione stradale che vengono svolti lungo le principali strade della Divina. Nella nottata di sabato gli uomini dell’Aliquota Radiomobile hanno denunciato un ragazzo di Scafati, 30enne, in quanto, dopo essere stato fermato a Minori, mentre era alla guida della sua autovettura, è stato sottoposto all’alcoltest, risultando positivo allo stesso con un tasso superiore ad un grammo/litro. Per lui oltre al deferimento all’Autorità Giudiziaria è scattato anche il ritiro della patente ed il fermo dell’autovettura in uso.
Nella mattinata di ieri invece, la Stazione di Tramonti, al termine di un inseguimento iniziato ad Amalfi, ha denunciato un uomo di Furore, per aver “forzato” un posto di controllo, non fermandosi all’Alt intimatogli dai Carabinieri. I fatti sono accaduti nei pressi del parcheggio Luna Rossa: il reo, a bordo della sua vettura, dopo aver visto gli uomini dell’Arma, invece di fermarsi per un controllo di routine, ha finto di accostare per poi accelerare repentinamente la propria corsa, iniziando a percorre la SS163 in direzione di Maiori ad altissima velocità, senza fermarsi al semaforo di località Torricella, mettendo così in pericolo l’incolumità di decine di utenti della strada. Non senza difficoltà il reo è stato bloccato al Valico di Chiunzi, dove anche in quella circostanza ha cercato di eludere le pattuglie e fuggire, venendo però bloccato. All’esito di accurati accertamenti è emerso che l’uomo era sprovvisto di patente, perché ritirata da anni: per lui oltre alla denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, sono scattati numerosi verbali per violazioni del codice della strada, per oltre 5 mila euro di multa, oltre al fermo del veicolo per tre mesi. Il mezzo, compilati gli atti di rito, è stato affidato in custodia ad una ditta preposta.

Commenti

Translate »