Quantcast

Cava de’ Tirreni: investì anziana in retromarcia, patteggia

Cava de’ Tirreni: investì anziana in retromarcia, patteggia. A fornire tutti i dettagli è Nicola Sorrentino in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Investì una 79enne in retromarcia, ad una velocità di dieci chilometri orari circa. La donna, Rita Senatore, morì qualche ora dopo, in ospedale. Ha patteggiato una condanna, con pena sospesa, a 1 anno e 3 mesi, un 40enne di Pontecagnano. L’accusa era di omicidio stradale, mentre i fatti si verificarono a Cava de’ Tirreni, il 22 maggio del 2019. L’episodio in via umberto Mandoli, con l’imputato che fu denunciato a piede libero e poi accusato di imprudenza, imperizia e negligenza, oltre che dell’inosservanza delle norme del codice stradale.

Alla guida della sua auto, effettuò una manovra di retromarcia, senza controllare se vi fossero le condizioni. Stando alle accuse, l’imputato non si accorse in tempo della presenza dell’anziana, che si trovava sulla parte centrale della carreggiata, in direzione di via Diego Ferraioli, finendo per travolgerla. La vittima fu colpita dalla parte posteriore centrale destra dell’auto. Le conseguenze furono fatali. A seguito dello scontro, riportò un trauma addominale con frattura scomposta della clavicola sinistra, fratture costali a destra e sinistra, una contusione del lobo polmonare superiore destro e sinistro, diverse fratture su parte del corpo, un trauma facciale e una lussazione dell’anca destra con frattura del femore. Fu soccorsa e trasferita in ospedale a Cava e poi a Salerno. Le lesioni, da subito gravissime, sia interne che esterne che riportò, le costarono la vita. Il decesso di registrò dopo qualche ora, di sera. Le indagini con contestuali accertamenti furono condotti dalla polizia municipale. La 79enne, quel giorno, era uscita per recarsi dal medico per farsi prescrivere dei farmaci per la sorella che viveva con lei. L’imputato ha patteggiato, giorni fa, la sua pena dinanzi al gup.

Commenti

Translate »