Quantcast

Castellammare di Stabia, sta per chiudere il Santuario della Madonna della Libera. Una petizione per salvarlo

Il Santuario della Madonna della Libera, situato a Castellammare di Stabia sulla collina di San Cataldo, è di proprietà dei monaci francescani e fa parte della storia della città. Da secoli rappresenta un luogo di culto amato dagli stabiesi e non solo. Un edificio religioso gestito nel quale si sono celebrati matrimoni e cerimonie. Un patrimonio da difendere con forza anche per il suo enorme valore artistico. Le origini del Santuario risalgono al 1580. In una nicchia naturale monaci benedettini nel X secolo dipinsero una Madonna con in braccio un bambino, ai lati i santi Giovanni Evangelista e San Cataldo ed a quest’ultimo era dedicata anticamente la chiesa. Nacque così il culto della Madonna della Libera e la venerazione per il dipinto bizantino.

Ma ora sembra che il Santuario sia destinato a cambiare destinazione e, secondo voci sempre più insistenti, potrebbe essere trasformato in un centro per anziani.

Ma quali sono i motivi alla base della paventata chiusura? Sembra che alla base della decisione assunta dai monaci ci siano motivi economici ed il fatto che ad occuparsene sia un solo frate.

Ma gli stabiesi non vogliono assolutamente perdere il Santuario ed hanno proposta una petizione per salvarlo.

Commenti

Translate »