Quantcast

Castellammare di Stabia: benedizione e raccolta per gli amici a quattro zampe

Castellammare di Stabia: benedizione e raccolta per gli amici a quattro zampe. Ce ne parla Titti Esposito in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Una benedizione in villa comunale, nel nome di San Francesco. Domani, dalle 10 alle 13, nei pressi della Cassarmonica torna la manifestazione dell’associazione animalista Adda, per raccogliere fondi e cibo per i randagi e per far adottare i cuccioli trovati per strada. Ma anche per occuparsi di sterilizzazione a tappeto. Progetto bloccato per un anno per la pandemia, come sottolineano i volontari guidati dalla guardia zoofila Rosaria Boccaccini. «Finalmente torna, per la trentaduesima edizione, la tradizionale manifestazione con l’Adda – scrivono sul web gli animalisti – Alle 10 prenderà il via l’evento. Allestita un’area destinata a pesca di beneficenza e mercatino della solidarietà, con distribuzione di materiale informativo sui vari temi inerenti la tutela dei diritti degli animali, nonché a una raccolta di cibo umido e secco in sostegno dei numerosi (almeno duecento) cani e gatti di cui ci occupiamo quotidianamente sul territorio in un’attività basata esclusivamente sul volontariato, svolta dal 1989 senza alcun sostegno da parte del Comune».

LA SOLIDARIETÀ Chiunque potrà donare un contributo economico oppure qualche scatoletta, un sacchetto di crocchette, come gesto d’amore per gli animali che non hanno casa, famiglia, né voce per chiedere aiuto. Sul posto sarà possibile chiedere in affido uno dei due cagnolini, 6-7 mesi di età, recuperati il 27 settembre scorso, abbandonati in un vicolo buio, rinchiusi in una scatola di cartone sigillata con del nastro adesivo, attualmente ospitati a pensione in attesa di adozione. La mattinata di festa si chiuderà alle 12,30 con la benedizione a tutti gli animali presenti e ai loro padroni, impartita da don Fabio Di Martino, parroco della chiesa della Starza. «Speriamo che famiglie e amici degli animali ci facciano sentire la loro vicinanza aiutandoci nella cura dei randagi e nell’adozione dei cani abbandonati in città, sempre più numerosi – precisa la presidente Boccaccini – Siamo gocce in un oceano e se facciamo rete possiamo far qualcosa per i nostri pelosi».

Commenti

Translate »