Quantcast

Caro sosta a Cava de’ Tirreni: «Al centro costi raddoppiati»

Caro sosta a Cava de’ Tirreni: «Al centro costi raddoppiati». Ne parla Valentino Di Domenico in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Il consiglio comunale di Cava de’ Tirreni, riunitosi giovedì scorso, ha approvato il nuovo piano della sosta. Anche se non è strettamente collegato al bilancio di previsione, per gli automobilisti cavesi è previsto un vero e proprio salasso. La convenzione decennale sottoscritta con Metellia Servizi nel 2011 infatti era in scadenza a fine anno e poi c’era la necessità di aggiornare il piano sosta tenendo conto dell’evoluzione urbanistica e infrastrutturale della città, nonché dell’esigenza di una mobilità sostenibile. «Partendo dall’analisi della situazione attuale si legge nella delibera – sono state individuate una serie di azioni tese al miglioramento del sistema complessivo della mobilità». Fino ad oggi la sosta su strada era suddivisa in 13 zone, oltre ai parcheggi fuori strada, per un totale di 3075 posti auto (di cui 2958 su strisce blu e soltanto 109 stalli bianchi per la sosta gratuita). La tariffa, a seconda della vicinanza al centro cittadino, oscillava da 0,25 a 1 euro l’ora. Con il nuovo piano è previsto un aumento del 7% degli stalli di sosta a pagamento, che quindi diventeranno 3169. Strisce blu in arrivo in via Gramsci, via Filangieri, via Moro, via D’Acquisto, via Sala, via Ragone e via Palumbo. Ovviamente cambiano anche le tariffe nelle tre zone in cui è stato suddiviso il centro cittadino. Nell’area A, quella ad altra attrattività che corrisponde alle strade in prossimità del centro storico, la tariffa oraria sale da 1 a 2 euro. Nell’area B (media attrattività), si passa dagli attuali 0,50 ad 1 euro l’ora. Infine, nell’area C (bassa attrattività) si pagherà 75 centesimi l’ora. Per quanto riguarda i parcheggi chiusi, si pagherà 2 euro l’ora in piazza San Francesco, in piazza Amabile, in via Cuomo e al trincerone interrato. 1,50 euro l’ora è la nuova tariffa per i parcheggi di via Schreiber, largo Mascolo ed ex Metropark, mentre resta di 50 centesimi l’ora al piazzale Gramsci e all’area mercatale. La tariffa per i permessi di sosta per i residenti invece varierà a seconda del reddito Isee, partendo da un minimo di 50 euro annui (per i redditi fino a 7mila euro) ad un massimo di 300 euro. Sconti ed incentivi invece per le auto elettriche. «Con questi accorgimenti ha spiegato l’assessore alla mobilità, Germano Baldi siamo certi che migliorerà il traffico cittadino, saranno incentivati il commercio e l’economia e si andrà a disincentivare il traffico passivo. Siamo pronti a dei correttivi». Critico il giudizio della minoranza. «L’abbonamento per alcuni aumenterà di sei volte e al centro il costo della sosta sarà raddoppiato mentre le strisce bianche, che pur dovrebbero esserci in una minima percentuale, restano una chimera» ha replicato il consigliere di Siamo Cavesi, Raffaele Giordano mentre il cosnigliere Murolo ha chiesto la possibilità del pagamento frazionato.

Commenti

Translate »