Quantcast

Cagliosa, un romanzo sull’epica del calcio minore giocato in Campania

Più informazioni su

Un romanzo sul calcio, ma anche di esperienze di vita e di critica sociale, ambientato in Campania, dove i personaggi rivelano i sogni e i tormenti di un’umanità disagiata, abituata a poter ottenere solo il minimo da ogni situazione. “Cagliosa” di Giuseppe Franza, edito da Ortica, racconta attraverso il calcio giocato dai dilettanti in campetti disastrati la disperazione di ragazzi di periferia o di provincia, che non sanno cosa significa avere prospettive. L’autore ha la rara capacità di raccontare la vita quotidiana con una voce viva, che sorprende e affascina, mescolando lingua letteraria e dialetto napoletano. Anche chi non ama il calcio e non ha interesse per i campionati minori potrà essere toccato da queste storie di fallimento, rabbia e spregiudicatezza, perché si tratta, infine, di momenti drammatizzati di una grande metafora esistenziale. Un gioco che è più di un gioco e che, spesso, non porta a niente. Un’epica minore e alternativa, con un suo codice e un suo lessico (la cagliosa, in napoletano, è un tiro violento, imparabile, oppure un colpo inaspettato e cattivo).
Il protagonista del romanzo, Giovanni, è un ladro di motorini e un attaccante svogliato. “Cagliosa” ci racconta il suo ultimo campionato, dove il ragazzo potrebbe ottenere il suo quarto d’ora di gloria. Intorno a Giovanni si muovono un allenatore ottuso e insistente, una giovane e affascinante giornalista sportiva, compagni di squadra violenti e ignoranti e degli avversari senza scrupoli. Ogni partita ci conduce in luogo diverso della provincia: da Ponticelli a Sorrento, da Cercola a Trecase. E così il romanzo diventa anche descrizione generale delle realtà più marginali e povere dell’area vesuviana. Luoghi di furti, risse, sbroccati e scostumati.

Il libro, pubblicato da Ortica, è in vendita in libreria e su amazon.

Giuseppe Franza è nato a Napoli nel 1981 e attualmente risiede a Roma. “Cagliosa” è il suo primo romanzo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »