Quantcast

Addio a Ciro Paone, il genio visionario dell’antica sartoria napoletana

Addio a Ciro Paone, il genio visionario dell’antica sartoria napoletana.

Lutto a Napoli: è morto nella notte Ciro Paone, lo storico fondatore di Kiton, la sartoria napoletana che vanta cinque siti produttivi in Italia, 800 dipendenti, 54 boutique monomarca e 73 Paesi serviti.

Carismatico, famoso per le sue sintesi, Paone ha dato vita al brand maschile più esclusivo in assoluto, quello che produce gli abiti più costosi per gli uomini più ricchi del pianeta.

Era il 1956 quando Paone, che commerciava tessuti a piazza Mercato, intuì con largo anticipo, nella Napoli in cui ogni palazzo aveva il suo sarto, che un’epoca stava per finire. Cominciò con una piccola produzione di cappotti, reclutando una decina di sarti in un laboratorio a Secondigliano. E continuò così fino al 1968, anno di nascita della Kiton, così chiamata dal nome della toga degli aristocratici greci. CiPa, l’acronimo precedente nato dalle iniziali dell’imprenditore, era poco adatto al mercato internazionale per quell’assonanza con “cheap” che era l’esatto contrario della filosofia di Paone, fatta di inimitabile manualità.

A lui, che non amava l’aereo e i mattoni del suo impero li ha sistemati di persona attraversando l’Europa quasi sempre a bordo di un’auto, Pitti Immagine ha dedicato una mostra a Palazzo Gerini intitolata «Due o tre cose che so di Ciro» e un premio alla carriera.

Fonte Il Mattino

Commenti

Translate »