Quantcast

Ad Agerola vince la continuità: Naclerio raccoglie l’eredità di Mascolo

Più informazioni su

Ad Agerola vince la continuità: Naclerio raccoglie l’eredità di Mascolo. Lo scrive Fiorangela d’Amora in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno. 

Nessun colpo di scena ad Agerola. La continuità vince e i protagonisti dell’ex amministrazione trainano la lista Nuovamente Agerola che raccoglie il 71,09% di preferenze con 3351 voti. Tommaso Naclerio è il nuovo sindaco di Agerola: dopo aver programmato e lavorato per nell’ambito ricettivo e promozionale per la crescita del brand Agerola, l’ex assessore e consigliere con delega al turismo ora guiderà la perla dei Monti Lattari. Lo sfidante Catello Di Capua si ferma al 28,91% con 1363 voti. «Cominciare a fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi scoprirete a far l’impossibile  – commenta a caldo il neo sindaco Naclerio – Voglio festeggiare la vittoria insieme a tutti gli agerolesi con questa frase di San Francesco D’Assisi, patrono d’Italia di cui oggi si celebra la festa. È l’impegno solenne che prenderò per i prossimi 5 anni: fare l’impossibile per portare sempre più in alto il nome di Agerola. Lo farò nel solco della strada che ci ha indicato Luca Mascolo al quale va la mia gratitudine e quella di un intero paese, insieme alla mia fantastica squadra e a tutti gli uomini e le donne che vorranno aiutarci».

IL BOOM MILO Per Naclerio la festa è cominciata nella sede del comitato elettorale di Nuovamente Agerola in piazza Paolo Capasso nella frazione di Bomerano con brindisi sul balcone e bandiere al vento.   In maggioranza da eleggere c’erano otto consiglieri, più il sindaco e 7 erano già parte della precedente amministrazione. L’unico testa a testa è stato tra Luca Mascolo e Regina Milo, il sindaco uscente e il suo assessore alla cultura sono stati i più votati con 990 preferenze e 1008 preferenze. Terza nei favori degli elettori Filomena Fusco vice sindaco dopo l’abbandono di Andrea Buonocore, che raccoglie 801 voti. Quarto Salvatore Acampora consigliere uscente con delega allo sport con 482 voti, a seguire Maurizio Fusco anche lui già consigliere legato ai parcheggi e ciclo integrato delle acque, e poi Matteo Ruocco con 430 voti ex assessore all’Urbanistica, Giuseppina Mandara che riprende il posto in consiglio con 374 preferenze e Santina Acampora, unico volto nuovo che entra con 360 voti.
All’opposizione oltre a Di Capua entrano Lucia Naclerio, consigliere di opposizione uscente, Marco Medaglia, cugino dell’ex vicesindaco Andrea Buonocore uscito a giugno dalla compagine di nuovamente Agerola e Massimiliano Cuomo. Per l’opposizione tutto sommato un risultato in crescita: nel 2016, la lista di Matteo Florio, sfidante di Luca Mascolo, perse con il 16% delle preferenze. In lieve calo l’affluenza, al 75% rispetto al 77 % del 2016.

Più informazioni su

Commenti

Translate »