Quantcast

A Positano le riprese del film “Sotto il sole di Amalfi”: l’attrice Isabella Ferrari al Rada

Più informazioni su

Isabella Ferrari è stata paparazzata al Rada per le riprese del film Sotto il sole di Amalfi. Il lungometraggio si rifà al celebre film dei fratelli Vanzina “Sapore di mare”, secondo episodio della serie cominciata l’anno scorso con “Sotto il sole di Riccione”.  I ciak hanno finora interessato tutta la Costiera Amalfitana e andranno avanti fino al 16 ottobre. La troupe di “Sotto il sole di Amalfi” ha anche fatto tappa a Ravello, nei giardini di Villa Rufolo. La splendida residenza, sede dei concerti più emozionanti della fondazione Ravello farà da location alle riprese del film di Netflix, diretto da Martina Pastori e prodotto da Lucky Red.

Chi è Isabella Ferrari?

A soli 17 anni, Isabella fa un provino con Gianni Boncompagni che boccia il disco ma rimane colpito dal suo volto e la scrittura per il programma televisivo “Sotto le stelle”, che nel 1982 la porta nelle case degli italiani. Durante le puntate dello show, viene notata dal regista Carlo Vanzina: sarà Selvaggia in “Sapore di mare”. Diventa così l’icona della ragazza ingenua, bellissima e un po’ sfortunata di un certo genere di film vacanzieri. A 18 anni Isabella si stabilisce a Roma dove inizia la prima fase della sua carriera di attrice ma dopo pochi anni si accorge di essere intrappolata in un cliché che non la porterà lontano e decide di rischiare. Alterna il cinema al teatro e nel 1988 viene scelta da Marco Tullio Giordana per “Appuntamento a Liverpool” in cui interpreta una ragazza disperata pronta ad uccidere l’hooligan che ha tolto la vita a suo padre. Intanto la sua vita sentimentale è abbastanza movimentata e, terminato il flirt con Gianni Boncompagni, va citato quello con Robertino Rossellini e le burrascose relazioni con il playboy Paolo Pazzaglia e il regista-attore Francesco Nuti. Nel 1989 al suo fianco interpreta Lucia in “Willy Signori e vengo da lontano”, nel 1994 è la volta di “Cronaca di un amore violato” di Giacomo Battiato e nel 1995 con “Romanzo di un giovane povero” di Ettore Scola, vince a Venezia la coppa Volpi come migliore attrice non protagonista. Nel 2000 interpreta il commissario Giovanna Scalise in “Distretto di polizia” per la regia di Renato De Maria con cui Isabella convola a nozze nell’aprile del 2002. Il suo personaggio, che diventa familiare alla maggioranza degli italiani la porta nuovamente a decidere di abbandonare la fiction per tornare al cinema. Nel 2005 è la protagonista di “Amatemi” di Renato De Maria e di “Arrivederci amore, ciao” di Michele Soavi.

Più informazioni su

Commenti

Translate »