Quantcast

Vulcano dalle Canarie, l’esplosione del Cumbre Vieja potrebbe avere effetti pericolosi anche per il Tirreno e la Campania

Più informazioni su

    Vulcano dalle Canarie, l’esplosione del Cumbre Vieja potrebbe avere effetti pericolosi anche per il Tirreno e la Campania L’improvvisa eruzione del vulcano Cumbre Vieja sta seminando distruzione nei centri abitati de La Palma, una delle isole che formano l’arcipelago spagnolo delle Canarie. Le conseguenze però potrebbero ricadere anche sull’Italia. In particolare su Sardegna, Sicilia e tutta la costa meridionale del Tirreno. Sono queste le zone a tiro della nube di anidride solforosa sprigionata. A confermare le temibili previsioni i modelli statistici messi a punto attraverso le immagini e i dati dei satelliti.

    Vulcano Canarie

     

    Una notizia che mette in seria allerta il Paese visto che nell’uomo e negli animali, l’anidride solforosa è estremamente irritante sia per gli occhi che per le mucose. Ma soprattutto per le vie respiratorie. Anche una minima esposizione infatti può comportare faringiti acute, perdita dell’odorato, perdita del gusto ed edema polmonare. La pericolosità di questo gas dipende dalla sua concentrazione ma anche dall’altitudine che raggiunge in seguito alle eruzioni vulcaniche. Se l’anidride solforosa si ferma alla troposfera, può provocare più danni agli esseri viventi.

     

    Le aspettative indicano che l’anidride solforosa sarà presente nell’atmosfera venerdì 24 settembre. Coinvolte anche parte della Spagna, il sud della Francia, la Corsica e tutta la costa mediterranea dell’Africa, nonché nell’interno del Marocco, dell’Algeria, della Tunisia e Libia. Oltre ai cambi d’aria, nelle prossime ore sono attese piogge acide.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »