Quantcast

Vico Equense, Cinque fa già la giunta: il vice sarà un finanziere

Più informazioni su

Vico Equense, Cinque fa già la giunta: il vice sarà un finanziere. Ne parla Ilenia De Rosa in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Maurizio Cinque ha già scelto il suo vice. Si tratta di Raffaele Giannico, capitano della guardia di finanza a Salerno. Cinque lo ha annunciato senza indugi: una mossa politica che rompe i consueti schemi. Nelle ultime tre tornate elettorali, infatti, nessuno aveva mai dato con anticipo i nomi dei membri della giunta. Cinque, invece, ha voluto svelare da subito la volontà di avere in squadra il capitano Giannico, che, tra le altre cose, è Cavaliere al merito della Repubblica e medaglia d’argento Ordine Costantiniano di San Giorgio. Allievo della scuola sottufficiali guardia di finanza e dell’accademia guardia di finanza ruolo speciale, tra i precedenti reparti che ha comandato si ricordano il nucleo operativo di Gioia Tauro, quello di Battipaglia, la compagnia di Nocera Inferiore. «Fin dal primo giorno di campagna elettorale ci siamo presentati ai cittadini come forza di rinnovamento dice Cinque mi sembra giusto e doveroso nei confronti degli elettori annunciare il nome del vicesindaco. Siamo contrari a logiche di spartizione e compromessi post elettorali. Il capitano Giannico mi affiancherà in questo processo di rinnovamento. Una persona perbene, un uomo di Stato che saprà dare un contributo fattivo alla città».

GLI AVVERSARI Intanto il candidato a sindaco Peppe Aiello punta su nuovi progetti culturali. «La cultura è uno dei punti fondamentali del nostro programma elettorale perché da essa deriva il successo e la riconoscibilità di una città – afferma – L’obiettivo è ideare una nuova offerta culturale attraverso la creazione di eventi, da tenersi durante i mesi freddi e la valorizzazione delle figure artistiche della città. La progettazione di un nuovo museo dedicato al maestro De Stefano sarà il primo passo per la creazione di un itinerario culturale. Un circuito che tocchi i musei cittadini e i luoghi di maggiore interesse storico e culturale con l’obiettivo di offrire un’esperienza unica che culminerà in un polo museale: un luogo dove trascorrere il weekend e tenere eventi, destinato non solo al turista ma anche al pubblico locale». Si sofferma sulle politiche sociali l’altro candidato a sindaco Giuseppe Ferraro. «L’obiettivo è rendere Vico Equense una città più inclusiva e accessibile attraverso l’approvazione del Peba, Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche – afferma – Ho fatto il difensore civico per diversi anni e so che una grande comunità si vede soprattutto dalle piccole cose». Impegnato nel suo tour dedicato alla valorizzazione delle tradizioni di ogni angolo di Vico Equense il candidato Giovanni Ponti. «Opportunità per i giovani, occasione per il turismo di qualità, per la promozione del trekking culturale, dell’enogastronomia e delle mille risorse della nostra comunità e del nostro territorio. Un’eredità preziosa da non dilapidare e distruggere, bensì da preservare e trasmettere poiché noi ne siamo solo i custodi temporanei e saremo giudicati dai posteri per il nostro operato» dice.

Più informazioni su

Commenti

Translate »