Quantcast

Sorrento, Mario Russo compie 80 anni. Una vita per la ricerca della storia archeologica della penisola sorrentina

Più informazioni su

Sorrento. Riportiamo il post del giornalista Antonino Siniscalchi dedicato agli 80 anni di Mario Russo: «Gli Amici lo hanno festeggiato oggi nel giardino del Museo Correale, nel giorno del suo onomastico, ma ottant’anni li ha compiuti ieri. Mario Russo, già docente di lingua e letteratura inglese alla scuola media Tasso, all’istituto nautico Bixio ed al Liceo scientifico Salvemini, è un personaggio che si è dedicato alla ricerca della storia archeologica del territorio con curiosità e passione. Nato a Meta, all’epoca della “Grande Sorrento”, ha dedicato gli anni successivi all’insegnamento al Museo Correale, catalogando libri e reperti. Un impegno onorato con profonda attenzione, finalizzato alla conoscenza di un patrimonio di grande valore culturale. Autore di numerose pubblicazioni, allievo dell’archeologa Paola Zancani, ha scoperto nel 1985 l’epigrafe rupestre osca di Punta Campanella.
“Mario Russo – si legge sulla pagina di Con-fine edizioni di Arte e Cultura – è protagonista di scoperte che hanno cambiato il senso e la storia dell’archeologia nella Penisola sorrentina (e non solo). Già ispettore onorario per l’archeologia è autore di decine di pubblicazioni e responsabile della Biblioteca dell’Archivio storico e della Sezione archeologica del Museo Correale di Terranova a Sorrento. Dopo aver frequentato l’Istituto nautico, si è laureato in Lingue e letteratura straniera. Avrebbe voluto iscriversi ad architettura, sua grande passione, ma provenendo dall’Istituto nautico, non era allora possibile. I suoi ispiratori, sono Amedeo Maiuri e Roberto Pane. Tra le sue recenti scoperte sul territorio un edificio di IV/III secolo a.C. e monumenti pubblici romani come le terme pubbliche, il teatro, la palestra”».

Più informazioni su

Commenti

Translate »