Quantcast

Sorrento, Gaetano Milano “La strada a mezza costa che vorrebbe De Luca, un fulmine a ciel sereno”. Rispunta la strada dei cimiteri

Sorrento, Gaetano Milano “La strada a mezza costa che vorrebbe De Luca, un fulmine a ciel sereno”. Rispunta la strada dei cimiteri, così come era chiamata inizialmente, insomma una strada che collegherebbe Sorrento con Sant’Agnello e Piano fino a Meta all’altezza dei cimiteri, un progetto invasivo , secondo noi, all’epoca ne parlava Graziano Maresca in alcuni convegni, poi il progetto , che è previsto nel PUT, il Piano Urbanistico della Regione Campania, è stato prima ribattezzato “Via degli ulivi” visto che “Via dei cimiteri” aveva un senso negativo, come poi è stato, ecco il post di Gaetano Milano

Come un fulmine a ciel sereno ricompare,dopo una lunga agonia,la famosa strada a mezza costa,alternativa alla attuale strada statale 145.La proposta all’epoca fu seppellita da contestazioni,critiche e normative di contrasto.La resuscita il nostro governatore,per favorire la viabilità in Penisola.Non so se il pensiero gli è venuto allorché ha varcato il casello di Castellammare per venire in penisola.Resto convinto che le genti della Penisola se potessero scegliere tra una nuova via di adduzione su gomma ed una mobilità su ferro efficiente,funzionale,veloce,sicura ….sceglierebbero questa.Tra l’altro anche più facile da realizzare.

Personalmente riteniamo più utile per la Penisola Sorrentina fare come vorrebbe fare la Costiera amalfitana una ZTL, impedire agli alberghi di far arrivare gli autobus fin dento le camere, come avviene a Sant’Agnello, anzi vietare la circolazione dei grandi bus, come hanno fatto da Positano ad Amalfi, andando alla provincia di Napoli a quella di Salerno. La soluzione è contingentare il traffico perchè fai ancora una nuova strada poi dovresti costruire altri parcheggi e che facciamo al posto del panorama con gli alberi avremo il panorama con le auto della strada che sarà ribattezzata “degli ex ulivi”?

Vi è un limite a tutto, puoi allargare il collo della bottiglia ma lo spazio quello è, bisogna puntare alla qualità e, non ultimo , far funzionare i servizi , in primis la Circumvesuviana , poi le vie del mare, tante corse , meno necessità di prendere l’auto, ma sul serio

Commenti

Translate »