Quantcast

Sorrento, Francesco Gargiulo: “Bisogna creare una simbiosi tra città turistica e vita quotidiana”

Sorrento. Riportiamo il post di Francesco Gargiulo, presidente della Società Operaia di Mutuo Soccorso della città ed ideatore del Movimento Civico “Conta anche tu”: «Oggi mi viene alla mente quando si usavano i soprannomi, più che i cognomi. Campasulo… era il mio. Così una volta si distinguevano le famiglie sorrentine, e i loro rappresentanti, che dell’attività socio-economica della città rappresentavano la spina dorsale. Proprio per questo motivo, allora, si faceva squadra e si remava tutti verso la stessa direzione: quella dello sviluppo turistico e della qualità della vita di una città che si chiamava casa. Imprenditori e residenti si identificavano, nella Sorrento che fu, in una simbiosi che produceva benefici per tutti: imprenditori e residenti. La città non poteva essere caotica, sia perché non sarebbe piaciuta ai turisti, sia perché non sarebbe piaciuta ai residenti. Per questo motivo Sorrento, anni addietro, riusciva a essere uno dei luoghi turistici più amati al mondo. Oggi manca proprio questo sentimento di simbiosi fra impresa e residenti, fra città turistica e città di vita quotidiana. Bisognerebbe tornare a fare squadra, mettendo da parte egoismi e personalismi e puntando a fare sistema. L’amministrazione comunale dovrebbe proporsi come arbitro imparziale per far sì che le due anime della società si riuniscano in una sola».

Commenti

Translate »