Quantcast

Sorrento 1945, questa la Virtus Matino

Dopo 28 anni la squadra matinese rimette piede in serie D, nata nel 1967 come Polisportiva Matino, arrivò a sfiorare negli anni 90 la storica promozione nel campionato C2, poi fallì e dopo è rinata come Polisportiva Virtus Matino

Sorrento – Nella seconda giornata del campionato arriva al campo ‘Italia’ la Virtus Matino.

Dopo 28 anni la squadra matinese rimette piede in serie D, nata nel 1967 come Polisportiva Matino, arrivò a sfiorare negli anni 90 la storica promozione nel campionato C2, poi fallì e dopo è rinata come Polisportiova Virtus Matino.

Nel mese di luglio del 2016, il giorno 20, dopo che era stato rivolto l’invito da parte di un gruppo di giovani, allo storico presidente della Polisportiva Rocco Costantino, di affiancarli, con la sua esperienza, in un nuovo progetto calcistico matinese. così, è nata la Polisportiva Virtus Matino.

Non si volle acquistare i titoli di altre squadre ma si partì dalla Terza Categoria pugliese e la squadra venne affidata all’allenatore Antonio Toma, che puntò, come la società, sui giovani.

La squadra biancoblù ha vissuto un quinquennio straordinario che l’ha vista ottenere cinque promozioni consecutive e dunque proiettarla in pochissimo tempo dalla Terza Categoria alla serie D. Risultato di un lavoro encomiabile da parte di tutte le componenti societarie, oltre che di quelle tecniche alternatesi nel corso delle stagioni.

Tutto frutto del sacrificio e economico e dell’amore della famiglia Costantino verso il movimento calcistico cittadino, dapprima Rocco Costantino ed oggi della figlia Cristina che ha riportato questa squadra in serie D, con l’obiettivo dichiarato di salvarsi e continuare la positiva esperienza, ma ai sogni non c’è mai fine, permettono di aprire uno spiraglio verso qualcosa di più grande, anche se nel lungo periodo.

Il team salentino è stato affidato a mister Giuseppe Branà (4-3-3): dopo le due promozioni consecutive con i biancoblù la società ha deciso di riconfermarlo sulla panchina. Una mossa che sembra azzardata però astuta, in quanto vede impegnato in un ruolo di prim’ordine una figura che seppur ignara dell’attuale categoria conosce meglio di tutti l’ambiente e, fattore di fondamentale importanza, il gruppo squadra.

Squadra formata da Over che faranno da ‘chioccia’ agli Under, che bisogna prendere con le molle. Visto che è riuscita a recuperare la rete subita dal San Giorgio.

Questa la rosa della Virtus Matino:

PORTIERI: Convertini (21 anni), Giuda (18);

DIFENSORI: Michelli (30, Arg), Salto (29, cap, Arg), Cavalieri (21), Graziano (29, Arg), Tundo A.(28);

CENTROCAMPISTI: Marulli (20), Fina (19), Poletì (18), Marin (30, Arg), Grandis (26, Arg), Tarantino (19), Tundo E (26), Giambuzzi (32, Arg), Monopoli (22);

ATTACCANTI: Gallo (20), Ruibal (30, Arg), Alemanni (24) Pozzessere (18), Inguscio (18), Ancora (18).

GiSpa

Commenti

Translate »