Quantcast

Serata indimenticabile a Scala: il messaggio di pace dal comune più antico della Costiera Amalfitana

Serata indimenticabile a Scala: il messaggio di pace dal comune più antico della Costiera Amalfitana. A vent’anni dall’attentato alle Torri Gemelle, nel comune più antico della Costiera Amalfitana, Scala, ieri, giovedì 9 settembre 2021, si è tenuta una delle più importanti commemorazioni nel nostro Paese in memoria delle vittime del terrorismo.

Serata indimenticabile a Scala: il messaggio di pace dalla Costiera Amalfitana

Da Scala è giunto un grande messaggio di pace. Oggi più che mai risuonano le parole di papa Francesco: la fede non ha nemici. Una serata memorabile che ci porta a toccare il cielo della spiritualità e la terra dell’impegno fraterno. Dinanzi ai conflitti la forza mite della pace…

Serata indimenticabile a Scala: il messaggio di pace dalla Costiera Amalfitana

Dopo gli undici colpi a salve, gli inni italiano e americano e il silenzio, è stata posta una corona ai piedi del monumento dedicato all’attentato, monumento che propone la forza dell’amore e della fratellanza. Prima del momento celebrativo si è tenuta una tavola rotonda sui temi della pace e dei conflitti nel mondo. Hanno dialogato il vicecomandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Enzo Bernardini, l’amministratore delegato di ITA, Fabio Lazzerini e il newyorkese Steven Mercurio con il saluto dell’Ambasciatore Maurizio Massari, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a New York e collegamenti dalla Grande Mela.

Al termine dell’incontro in piazza Municipio si è tenuto l’esclusivo concerto di uno dei musicisti più conosciuti al mondo, il violoncellista Stjepan Hauser, accompagnato dall’orchestra del teatro Verdi di Salerno. L’evento attesissimo in Costiera Amalfitana è stato presentato da Milly Carlucci.

Serata indimenticabile a Scala: il messaggio di pace dalla Costiera Amalfitana

In questa occasione, l’incaricato d’Affari dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma, Thomas D. Smitham, ha inviato un messaggio al Comune di Scala. “È difficile credere che siano passati vent’anni da quella terribile mattina di settembre, nella quale tutto è cambiato – ha scritto Smitham -. È cambiato tutto per il mondo, per l’America e per tutti noi a livello personale. Noi americani non ci siamo mai sentiti soli. Le dimostrazioni di affetto e sostegno da quasi tutti i Paesi del mondo sono state travolgenti. I milioni di messaggi agli Stati Uniti da parte del popolo italiano nel momento del bisogno sono stati davvero commoventi”.

“Eravamo grati allora e lo siamo anche adesso per l’amicizia e l’affetto che sono ancora più profondi e forti, mentre affrontiamo sfide quali il terrorismo, il cambiamento climatico, la lotta al Covid, che nessun Paese può affrontare da solo”. Il messaggio è stato letto ieri da Milly Carlucci nella Piazza del municipio di Scala in occasione della cerimonia di deposizione della corona d’alloro sul “Resurrection day”, il monumento dedicato alle vittime degli attentati a Ground Zero. “Oggi ricordiamo coloro che hanno perso la vita e ci uniamo alle loro famiglie. Allo stesso tempo, ci sentiamo rafforzati dallo spirito che è emerso dalla tragedia, uno spirito di resilienza, di resistenza e di comunità, e dall’impegno ad aiutarsi a vicenda. Lo abbiamo visto nella nostra comunità dell’ Ambasciata nelle ultime settimane, con le generose donazioni per gli afgani evacuati. A nome della Missione diplomatica degli Stati Uniti, vorrei esprimere il mio più sincero apprezzamento e gratitudine a tutti voi, mentre insieme rendiamo omaggio alle vittime degli attacchi dell’ 11 settembre. Abbiamo bisogno gli uni degli altri per affrontare le sfide cruciali” ha concluso il diplomatico americano.

Commenti

Translate »