Quantcast

Praiano, domani lo stand informativo sulle buone pratiche per migliorare la raccolta differenziata

Più informazioni su

Praiano, domani lo stand informativo sulle buone pratiche per migliorare la raccolta differenziata. Domani, domenica 12 settembre, dalle 10.30 alle 13.00, in piazza San Gennaro a Praiano, in Costiera Amalfitana, ci sarà uno stand informativo sulle buone pratiche da adottare per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti.

Praiano, domani lo stand informativo sulle buone pratiche per migliorare la raccolta differenziata

Diventa sempre più importante, infatti, nella gestione dei rifiuti la differenziazione dei rifiuti in base al tipo. Lo scopo è quello di reindirizzare ciascun tipo di rifiuto verso il rispettivo e più adatto trattamento di smaltimento o recupero, che va dallo stoccaggio in discarica o all’incenerimento/termovalorizzazione per il residuo indifferenziato, al compostaggio per l’organico e al riciclo per il differenziato.

I problemi ecologici e di difesa ambientale rendono sempre più difficile reperire aree per le discariche di tipo tradizionale, nelle quali immettere materiali di tutti i generi, indifferenziati, talvolta inquinanti (come medicinali, batterie, solventi) o più spesso utili come fonte di materie prime (come ad esempio acciaio, alluminio, carta, plastica, vetro).

Il riciclaggio dei rifiuti, oltre a risolvere il problema delle discariche, consente dunque importanti risparmi di energia e di materie prime (p.es. la produzione di 1 t di carta riciclata richiede circa 400.000 litri d’acqua e 5000 kWh in meno di una stessa quantità di carta nuova – oltre a risparmiare 15 alberi). Anche il conferimento in discarica tradizionale dell’umido risulta uno spreco, poiché può essere utilizzato per produrre compost.

La composizione media dei rifiuti è un dato difficile da stabilire in quanto varia con la zona, la ricchezza e la cultura del cittadino, nonché con la produzione industriale del luogo. Un dato certo è che la produzione giornaliera media per abitante è in aumento, e nel 2006, in Italia si avvicinava a 1,5 kg al giorno.

Scopo finale delle norme nazionali e regionali in materia di rifiuti è di ridurre quanto più possibile la quantità di residuo non riciclabile da portare in discarica o da trattare con inceneritori o termovalorizzatori, e, contemporaneamente, recuperare, mediante il riciclaggio dei rifiuti, tutte le materie prime riutilizzabili, che divengono così fonte di ricchezza e non più di inquinamento.

Sono presenti nel territorio molte aziende che si occupano di progettazione, realizzazione e montaggio di cestini e bidoni per la raccolta differenziata.

Più informazioni su

Commenti

Translate »