Quantcast

Positano, il quartiere di Liparlati in festa per i 100 anni di Antonia Criscuolo originaria di Ascea nel Cilento

Più informazioni su

Positano festeggia i 100 anni di Antonia Criscuolo, originaria di Ascea. Nata il 26 settembre 1921, primogenita di 10 figli, dove aver vissuto e lavorato nel paese del Cilento, si traferì a Positano per amore. Conobbe suo marito, Bartolomeo Fusco, ad Ascea. Il loro è stato un grandissimo amore e Bartolomeo decise di sposarla e di tornare con lei a Positano. Antonia e Bartolomeo hanno avuto tre figli ma la vita fu crudele e Bartolomeo morì prematuramente

Rimasta vedova in giovane età e con tre figli da crescere Antonia cominciò a lavorare facendo le pulizie in diverse ville di Positano, tra cui anche quella di Eduardo Filippo.

Ed oggi Antonia ha festeggiato il suo secolo di vita nella casa in cui vive nel quartiere di Liparlati e per l’occasione anche il sindaco di Positano Giuseppe Guida ha voluto renderle omaggio.

Ed anche la redazione di Positanonews desidera formulare i migliori auguri ad Antonia in questo giorno speciale.

Nonna Antonia

Nonna Antonia non è originaria della Costiera amalfitana, un uomo dalla Costa d’Amalfi andiamo nell’altra costa della provincia di Salerno ad Ascea dove la hanno festeggiata così virtualmente

Il 26 settembre 1921 ad Ascea Paese nasceva Antonia Criscuolo, primogenita di 10 figli, ha vissuto e lavorato ad Ascea fino a che non ha conosciuto l’amore della sua vita Bartolomeo Fusco. Oggi, 26 settembre 2021, a ben 100 anni di distanza, Nonna Antonia festeggia il secolo di vita in quel di Positano, insieme ai suoi 3 figli, 11 nipoti e 12 bisnipoti più uno in arrivo.

La vita a Positano
Nonna Antonia ha vissuto gran parte della sua vita a Positano, dove si è trasferita per amore. Ha conosciuto il proprio marito Bartolomeo ad Ascea, originario di Positano, in Cilento per lavoro. Bartolomeo, innamorato di Antonia, ha deciso di sposarla e quindi portarla con se a Positano. Dal loro amore sono nati tre figli, prima della prematura morte del marito.

Nonna Antonia, rimasta vedova molto giovane, portava avanti la famiglia facendo pulizie nelle varie ville di Positano. Tra queste ville anche quella di Eduardo De Filippo, che volle il figlio di Nonna Antonia, Giuseppe Fusco, come protagonista dello sceneggiato televisivo “Peppino Girella”.

I legami con il Cilento
Nonna Antonia è molto legata ai famigliari di Ascea, alcuni dei quali presenti alla festa dei 100 anni. Tra le sue storie narra spesso il lavoro svolto per la costruzione della tratta ferroviaria tra Ascea e Pisciotta e della strada provinciale 269 Ascea-Terradura-Catona dove era impegnata nel trasporto delle pietre e del materiale

Più informazioni su

Commenti

Translate »