Quantcast

Positano, ancora una vergogna a Fornillo. Il 118 interviene per un malore in spiaggia facendosi 400 scalini

Più informazioni su

Positano, Costiera amalfitana. Ancora una vergogna a Fornillo per l’ennesimo intervento da terzo mondo. Sempre verso la spiaggia di Fornillo, questa volte per le scale, circa 400 , che il 118 ha percorso a piedi per soccorrere una donna che aveva avuto un malore.

Solo grazie al pronto intervento del medico di Praiano, dottor Alberto Pontecorvo, che trascorre tutta l’estate nello stabilimento dei fratelli Grassi,  per fortuna visto che è già dovuto intervenire varie volte, e la solerzia di Robertino Grassi , che è anche volontario della protezione civile , si è potuto far qualcosa .

La donna, con abbassamento di pressione, è stata poi fatta riprendere, per fortuna, altrimenti non osiamo immaginare come facevano a trasportarla, se non con mezzi di fortuna.

E’ il decimo intervento che viene fatto questa estate a Fornillo, uno di questi ha riguardato proprio i Grassi, che mettono a disposizione sempre la barca per i trasporti, quando l’ambulanza è arrivata prima ai Mulini, poi gli operatori a piedi per la via del depuratore, fra gli olezzi della fogna, con polemiche con i facchini che non li avrebbero trasportati, ma non era di loro competenza, poi via mare con mezzi privati, per metterci due ore dalla chiamata per intervenire.

Questa volta è andata meglio, 400 scalini, ma da Fornillo, in Via Pasitea, dove è posizionato il 118, è andata meglio..

Solo chi è di Positano può capire quello che i deficienti dei responsabili della sanità in Regione Campania non capiscono

SERVE UNA POSTAZIONE FISSA CON UN MEDICO IN SPIAGGIA

Forse lo dobbiamo scrivere a caratteri cubitali

Ricordiamo che addirittura a Positano non c’è stata neanche la guadia medica turistica, e chi è di Positano sa che significa.

Forse l’anno peggiore di sempre per l’emergenza sanitaria nella cittadina della Costiera, non raccontiamo l’incubo dei trasferimenti all’Ospedale Costa d’ Amalfi di Castiglione di Ravello, mentre l’Ospedale più vicino è a Sorrento .

Ciliegina sulla torta hanno pure tolto l’idroambulanza, giustamente basta un mese per l’ASL di Salerno, come se non sapessero che la stagione balneare dura almeno quattro mesi a Positano

Eppure noi di Positanonews lo avevamo detto, facendo anche un appello agli operatori turistici e agli albergatori, bisogna avere un presidio sanitario in spiaggia, significa un presidio con un medico e un infermiere, elementare Watson o no?

Poi organizzare elisoccorso, attivare idroambulanza, guardia medica, invece niente di niente, peggio che andar di notte, da 40 anni che scriviamo mai vista una disorganizzazione peggiore di quella di quest’anno da parte del 118.

La scusa del Covid non può bastare, per l’anno prossimo esigiamo per il nostro paese un servizio di emergenza del 118 degno di questo nome.

Più informazioni su

Commenti

Translate »