Quantcast

Piano di Sorrento, staffilate sui social e video, la campagna fra Iaccarino e Cappiello si infuoca

Più informazioni su

    Piano di Sorrento, staffilate sui social e video, la campagna fra Iaccarino e Cappiello si infuoca . Siamo a meno dieci dal voto e la città non è ancora chiaramente schierata in un senso o in un altro . Dopo gli scontri fra Giovanni Ruggiero e Vincenzo Iaccarino, che ha lanciato una frecciata a Salvatore Cappiello ( “Non mi candido per far piacere ad un amico”) il secondo ha risposto a chi gli diceva che non si vedeva ed era defilato “Defilato rispetto a che? A chi? … ho “amici”? lo confermo e ne vado fiero…non perdo tempo rispondendo a paranoie e attacchi , ho tante persone da ascoltare.. lasciatemi FARE”.

    I retroscena sono noti, si sono sfilati Marco d’ Esposito e Rosa Russo, che ha puntato sulla Arnese ( abbinata a Giovanni Iaccarino ) , operazione che avrebbe dovuto spingere anche Pasquale D’Aniello a lasciare da solo Vincenzo Iaccarino e così vincere a man bassa visto che con Cappiello ci sono tanti pezzi da Novanta della vecchia politica in grado di prendere voti, in primis Ruggiero artefice della lista insime a Luigi Iaccarino, entrambi ex sindaci, poi Maurizio Gargiulo, Giovanni Iaccarino, Costantino Russo, tutti ex assessori, insomma una super lista, ma qualcosa è andato storto e Pasquale D’Aniello è rimasto con Iaccarino mentre Rosa Russo non si è candidata.

    Poi c’è stato un rimescolamento delle carte, mentre ex assessori di Iaccarino sono andati con Cappiello, le opposizioni si sono divise, Raffaele Esposito dei Podemos con Iaccarino, Salvatore Mare, che fa gruppo con Anna Iaccarino e Antonio D’Aniello,  con Cappiello , con Iaccarino poi ci potrebbero essere posti liberi in Giunta , sono entrati due giovani  Gabriele Di Filippo, Marco d’ Amora, ma anche due donne come Rosa De Martino e Francesca Maresca che, insieme alla Cilento e a Maria Laura, che hanno un bel seguito,   probabilmente possono prendere non pochi voti.

    Se sulla carta Cappiello con tutti questi ex assessori, che saranno indubbiamente votati, sembrava fortissimo, a conti dei fatti non sembra così, molti riconoscono a Iaccarino il ruolo avuto nella Pandemia, l’aver salvato Villa Fondi come bene di proprietà pubblica, e i lavori pubblici fatti. Se vince Iaccarino se ne vanno tutti i vecchi, salvo Pasquale D’Aniello, e anche alcuni ambienti della Chiesa , non tutti, che in passato hanno quasi sempre condizionato la politica locale. “Vecchi”  se vogliamo usare questo termine “politichese”, ma parliamo tutti di persone per bene che, fra l’altro, hanno vissuto tante esperienze insieme e potrebbero viverne altre in futuro in un futuro rimescolamento delle carte come sta avvenendo da un ventennio nella politica carottese . L’esito non è scontato, potrebbe succedere di tutto nell’ultima settimana,  Piano dovrà decidere se Vincenzo Iaccarino deve continuare a fare il sindaco o se lo deve fare Salvatore Cappiello, chiunque andrà a governare si ritroverà a dover affrontare la ricostruzione morale ed economica , ma anche sociale, dopo questo terribile momento della Pandemia.

    Questa la pagina facebook di Piano nel Cuore candidato sindaco Vincenzo Iaccarino 

    Questa la pagina facebook di ForteMente Piano candidato sindaco Salvatore Cappiello

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »