Quantcast

Piano di Sorrento. Lino Boggian: una figura indimenticabile

Lino Boggian: una figura indimenticabile.

All’alba di oggi, 6 settembre 2021, il cuore nobile e generoso dell’amico Lino Boggian ha cessato di battere e già da subito cominciato a sentire la sua assenza; Lino è stata una persona cara e presente sempre, con slancio, entusiasmo e sincerità si relazionava con tutti, coloro che lo hanno conosciuto non possono dimenticare la sua forte personalità dal temperamento schietto e gioviale.

Lino Boggian è stato un servitore dello Stato Italiano per oltre quarant’anni, entrò come poliziotto nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza negli anni Cinquanta, quando era Ministro dell’Interno Mario Scelba e la struttura non si chiamava ancora Polizia di Stato, cosa che avvenne nel 1981 con la Riforma Felsani e la successiva smilitarizzazione delle Forze di Polizia. Fu congedato con il grado di Sovrintendente Principale della Polizia di Stato e successivamente nominato, per meriti speciali, Cavaliere Ufficiale della Repubblica Italiana; nel 1988 Lino fu socio fondatore dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato Sorrento – Penisola Sorrentina, Sezione che volle dedicare alla Vittima del Dovere “Pasquale Paola”, nella quale ricoprì diverse cariche direttive, dapprima come Segretario Economo, poi in qualità di Presidente, ruoli svolti sempre con grande dignità, attaccamento e spirito di abnegazione in collaborazione con tanti colleghi per trent’anni.

Ci ha lasciato con la dignità di sempre, con la fierezza del poliziotto e la signorilità del gentiluomo, lo piangono la figlia Liana con il marito Raffaele, il figlio Walter, i nipoti Antonino, Annaluisa e Michela, i piccoli pronipoti Miriam e Leonardo, insieme ai parenti, amici e conoscenti.

Arrivederci Lino, “in Paradiso ti accompagnino gli Angeli”.

Piano di Sorrento. Lino Boggian: una figura indimenticabile

Commenti

Translate »