Quantcast

Piano di Sorrento, incognita Rossella Russo, i Colli con Cappiello, il centro con Iaccarino. A Vico Equense Peppe Aiello rischia per il primo turno

Piano di Sorrento, incognita Rossella Russo, i Colli con Cappiello, il centro con Iaccarino. A Vico Equense Peppe Aiello rischia per il primo turno. Giornata di riflessione e di definizione, domani dovranno determinarsi per poi presentare le liste il 3 e 4 settembre. Positanonews ha scritto centinaia di articoli sui due comuni della Penisola Sorrentina al voto, ma i temi dominanti sono due. Sul versante carottese occhi puntati su Rossella Russo che ha annunciato che non si candiderà con Vincenzo Iaccarino, di cui è ancora oggi assessore in carica condividendo e apprezzando tutto il suo operato, in particolare l’attività contro il Covid e le manifestazioni ed eventi, corteggiata da Cappiello, ma sopratutto da Giovanni Ruggiero, si candiderà con loro? Molti ritengono di no, visto che la motivazione della prossima non ricandidatura con Iaccarino è proprio quella che non vorrebbe la guerra, ma è innegabile la sua vicinanza a Ruggiero, insomma è un’incognita.  Altre incognite carottesi sui sindaci che appoggiano Iaccarino o Cappiello, a quanto pare Sagristani , sindaco di Sant’Agnello, con Balducelli , sindaco di Massa Lubrense, e Peppe Tito , sindaco di Meta , appoggerebbero Iaccarino, ma nulla di ufficiale, Massimo Coppola è vicino a Ruggiero , e quindi a Cappiello, forse per aver condiviso un percorso politico comune, ma anche qui nulal di ufficiale. Per il dopo, incognita nella lista di Cappiello, dove ci sono tanti pezzi da novanta, ex sindaci ed ex assessori, Luigi Iaccarino o Giovanni Iaccarino vice sindaco, se il primo non si candida come sembra sarà Giovanni il vice, Maurizio Gargiulo Presidente del Consiglio, poi si vedrà dai voti probabilmente, con Iaccarino dovrebbe subentrare qualche giovane assessore dopo la fuoriuscita di Marco d’ Esposito e Rossella Russo, rimarranno al loro posto gli altri sicuramente . Sul versante di Vico Equense la situazione è davvero molto intricata e in continua evoluzione  vi consigliamo di leggervi gli articoli ed i post che si susseguono, da tre candidati sindaci, Peppe Aiello, preferito ad Andrea Buonocore, sindaco uscente, da Gennaro Cinque, a Maurizio Cinque e Giovanni Ponti , si stanno aggiungendo altri candidati sindaci, gruppi in fibrillazione, dissidenti in riunioni continue, il tutto si gioca sul tavolo della vittoria al primo turno, si sta facendo l’impossibile per riuscire a puntare a questa soglia per Peppe Aiello, che diventerebbe sindaco senza dover affrontare la sfida secca al secondo turno che ci sarà sicuramente con Maurizio Cinque che avrebbe, secondo gli osservatori, più chance di vincere in una sfida diretta per le eventuali alleanze. Ma vi ricordiamo che Vico Equense è in ebollizione e che alle ultime elezioni il candidato sindaco, che poi vinse, fu scelto a cinque minuti dalla scadenza delle presentazione delle liste…

Commenti

Translate »