Quantcast

Piano di Sorrento, alla Parrocchia di Mortora ricomincia il progetto Alpha

Piano di Sorrento, alla Parrocchia di Mortora ricomincia il progetto Alpha a cura di don Rito Maresca .

Progetto Alpha

Se la Chiesa non esce sulle strade e non evangelizza, allora si ammala. Questo il messaggio più volte ripetuto da papa Francesco, utile a ricaricare le batterie della Nuova Evangelizzazione in cui la Chiesa è già attiva da diversi anni. I corsi Alpha da molto tempo hanno raccolto questo invito e hanno costruito una proposta d’introduzione pratica alla fede cristiana. Sono 66.000 i corsi in atto in questo momento in 170 Paesi del mondo. Ogni corso si struttura in 10 incontri, che si svolgono presso le parrocchie ma non solo, dove si incontrano credenti e non credenti bisognosi di ritrovare – o trovare nel caso dei non credenti – il legame tra le proprie fatiche quotidiane e qualcosa di più grande e sensato, cioè, la parola di Gesù. Ne ha parlato ad Aleteia Gaetano Cammarata, coordinatore di Alpha per l’Italia, l’organizzazione nazionale che il 14/15 giugno prossimi terrà un incontro ad Assisi (informazionialpha@gmail.com).

Cos’è il corso Alpha?

Cammarata: Il corso Alpha è un metodo di evangelizzazione. Non è un movimento, ma è un metodo offerto alle parrocchie e ai movimenti che vogliono evangelizzare. Si svolge in una serie di appuntamenti settimanali, ognuno dei quali prevede una cena informale, una chiacchierata e una discussione svolta da piccoli gruppi. C’è la cena, o un aperitivo, poi un insegnamento che investe un argomento relativo ai principi della fede cristiana, e poi una discussione su quanto si è ascoltato. Si trattano un totale 15 argomenti nel corso di 10 cene. C’è il corso Alpha Base, aperto a tutti, non credenti, non battezzati, oppure a persone che vogliono riscoprire i principi della fede, coppie che vogliono riscoprire i fondamenti del Cristianesimo. Poi c’è Alpha Youth, per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, che ha la stessa struttura, ma che usa supporti video divertenti concepiti per accattivare i giovani. Quindi c’è Alpha Student, per coloro che vanno all’università: ad esempio, ora ne abbiamo iniziato uno presso la Pastorale Universitaria di Perugia, e lo stanno frequentando 198 studenti che si incontrano settimanalmente in un pub. Essendo strutturato in questo modo Alpha si può seguire sia in parrocchia – all’interno dell’oratorio o in altre strutture parrocchiali -, oppure anche nei locali, nei pub, all’università. Insomma, in qualunque luogo ci sia la possibilità di condividere, ascoltare, magari anche di guardare un video.

In cosa il corso Alpha si distingue dal Catechismo?

Cammarata: La struttura dell’insegnamento, del talk, è fatta in modo da accattivare credenti e non credenti. Mentre il Catechismo è basato più sui principi della fede e gli studia, Alpha si focalizza sul “Kerygma”. Come spiega padre Raniero Cantalamessa, “già nella Chiesa antica c’era una chiara distinzione tra il ‘Kerygma’ e la ‘Didaché’, la catechesi. Il ‘Kerygma’ era il punto di partenza della fede e la catechesi doveva formare la fede, ma la fede in se stessa fiorisce soltanto ascoltando il ‘Kerygma’”. Alpha fa in modo che ci sia soprattutto il “primo annuncio” della fede cristiana, che le persone ascoltano settimana dopo settimana. Potendosi confrontare liberamente con altri non credenti riguardo ai temi della Chiesa, o più in generale della fede cristiana, si ha la possibilità di approfondire, di conoscere di più, ma anche di sentirsi profondamente liberi. Quello che fa Alpha è di dare la possibilità attraverso la discussione in piccoli gruppi di ascoltare qualsiasi opinione. In questo clima di libertà e di rispetto le persone si sentono libere e sentono il desiderio di tornare, con sempre maggiore voglia di approfondire gli aspetti del Cristianesimo. Questa è la chiave di Alpha.

Alpha è un corso di 11 settimane per esplorare la fede cristiana.

Ogni argomento trattato pone una domanda riguardo la fede affinché tutti possano discuterne liberamente. Viene svolto in tutto il mondo: nelle chiese, nelle università, nelle case… Ogni Alpha ha in comune tre aspetti: il cibo, la presentazione di un tema e una conversazione libera in piccoli gruppi.

Primo elemento…   Cibo:

Che si tratti di un gruppo di amici riuniti intorno a un tavolo da cucina, o una merenda davanti a un caffè e a una torta, oppure davanti ad una buona cena italiana, il cibo aiuta ad avvicinare le persone. Non è diverso in Alpha. Tutte le sessioni iniziano con il cibo: è un ottimo modo per fare comunità e per conoscersi.

Secondo elemento… Video:

I video (talk) sono stati progettati per coinvolgere e ispirare la conversazione. Di solito durano al massimo trenta minuti, dal vivo o riprodotti in video. Ci si interroga riguardo le grandi domande della vita e della fede cristiana come ad esempio: Chi è Gesù? Come possiamo avere fede? Perché pregare? Come ci guida Dio?

Ed infine…

Piccolo gruppo:
Probabilmente è la parte più importante di Alpha: in un piccolo gruppo si vive la possibilità di condividere pensieri e idee sul tema affrontato. Nessuno è obbligato a parlare (sul serio!), è semplicemente un tempo per ascoltare dagli altri, contribuire con il proprio punto di vista in un ambiente libero, amichevole e aperto.

Commenti

Translate »