Quantcast

Piano di Sorrento, a Villa Fondi nell’anniversario dell’omicidio di Angelo Vassallo. Iurillo “Qualcuno pagherà”

Piano di Sorrento ( Napoli ) . A undici anni dall’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, il giornalista Vincenzo Iurillo, autore con Dario Vassallo del libro «La verità negata. Chi ha ucciso Angelo Vassallo il sindaco pescatore», edito da Paper First, ripercorre le tappe che hanno caratterizzato l’attività giudiziaria sull’orrendo delitto, rimasto senza colpevole (o colpevoli). L’appuntamento organizzato l’amministrazione comunale di Piano di Sorrento sul libro e sulla figura di Angelo Vassallo, che fu un punto di riferimento importante nel mondo dell’ambientalismo.  Antonino Siniscalchi storica firma de Il Mattino in Penisola Sorrentina ha compulsato Iurillo su vari aspetti toccati dal libro . Dagli sviluppi delle inchieste, sia quelle della Procura della Repubblica del Tribunale di Salerno che quelle parlamentari e giornalistiche, fra queste anche quelle delle Iene, emergono anomalie sulle indagini svolte dai carabinieri, poi la stranezza di un carabiniere in vacanza, nelle vicinanze del luogo del delitto, che nella notte dell’omicidio non avrebbe sentito i nove spari.. Intrecci sullo spaccio della droga e altro ancora che fanno pensare che sarà difficile fare luce sulla verità. Vincenzo Iurillo ha concluso parlando delle indagini e della scoperta dei colpevoli “Sono pessimista sulla possibilità che si scopra l’assassino , ma  sono ottimista sul fatto che qualcuno pagherà per non averlo impedito..” . Si fa sempre più largo la convinzione, fra chi ha seguito la vicenda, che vi siano state coperture o addirittura complicità fra una parte delle istituzioni e ambienti camorristici o vicini alla camorra e allo spaccio di droga, una caratteristica che accomuna tutte le inchieste che non arrivano a far emergere colpevoli in Italia, e non solo in Campania, è la complicità, o semplice connivenza, fra parte delle istituzioni e la criminalità organizzata. Ma chi ha ucciso, e ha contribuito a uccidere, Vassallo non ha vita facile e non avrà pace, mentre Angelo è ancora vivo nella sua Pollica , che ha fatto diventare la perla del Cilento , con la sua Acciaroli una delle località pù belle e rinomate nel mondo.. Con questo libro si sono fatti passi importanti verso la strada che porta alla ricerca della verità, che deve essere il compito di ogni giornalista e di ogni persona che abbia un senso di giustizia.

Antonino Siniscalchi e Vincenzo Iurillo su Angelo Vassallo

 

Vincenzo Iurillo con Antonino Siniscalchi

Commenti

Translate »