Quantcast

Missione rientro per Ospina: venerdì in Italia insieme a Cuadrado

Missione rientro per Ospina: venerdì in Italia insieme a Cuadrado

Corsa contro il tempo per l’estremo difensore partenopeo: subito dopo Colombia-Cile tornerà in Italia con un charter organizzato dal Napoli e da altri club.

Sono proprio i dubbi sulla disponibilità del portiere colombiano ad attanagliare il Napoli, preoccupato dalla brevissima distanza temporale che separa Colombia-Cile (in programma nella notte italiana tra giovedì e venerdì) e Napoli-Juventus, il cui calcio d’inizio è fissato per le ore 18 di sabato.

Ad aumentare le paure ci ha pensato anche il problema rimediato dall’ex Arsenal nel finale della trasferta in Bolivia, fortunatamente per lui rivelatosi di poco conto e quindi trascurabile in ottica futura: un serio forfait, unito a quello certo di Meret, avrebbe costretto il Napoli a tornare sul mercato degli svincolati o, in alternativa, ad affidarsi al giovane Davide Marfella tra i pali.

Gli sviluppi delle ultime ore sembrano però sorridere ai colori azzurri: secondo quanto riferito da ‘La Gazzetta dello Sport’, subito dopo la sfida col Cile Ospina prenderà un charter organizzato dal Napoli e da altre società per riportare in Europa i giocatori sudamericani. Nel pomeriggio di venerdì è previsto l’arrivo a Lisbona, mentre lo sbarco a Napoli avverrà soltanto nella serata. Presente anche il connazionale Juan Cuadrado, peraltro avversario nel confronto del ‘Maradona’.

A quel punto Ospina avrebbe pochissime ore per recuperare dal jet lag e per rispondere presente alla chiamata di Spalletti: una soluzione sarebbe quella di un via libera anticipato da parte della Colombia che però, da quanto si evince dalle parole del commissario tecnico Reinaldo Rueda, non sembra intenzionata a fare a meno di uno dei suoi uomini migliori per una sfida dal valore cruciale: “Tutti i calciatori che giocano in Europa sono quotidianamente in contatto con le rispettive società. Speriamo di poter concludere questo turno delle qualificazioni con tutti a disposizione, è una situazione abbastanza delicata. Bisogna pensare anche al bene dei club, ma la FIFA è dalla nostra parte”.

Ospina e Cuadrado non citati, ma è lampante il riferimento indiretto alla loro situazione che rischia di creare una frattura tra nazionali e club.

Commenti

Translate »