Quantcast

Minori: la gioia della comunità per l’ordinazione diaconale di don Daniele

Più informazioni su

Minori: la gioia della comunità per l’ordinazione diaconale di don Daniele che diventa diacono transeunte.

Anche la comunità civile che rappresento si unisce alla gioia della Chiesa diocesana perché il nostro Daniele si avvia verso l’ultima tappa prima del sacerdozio.

Si. Il nostro Daniele perché ti abbiamo visto crescere nella Bottega delle arti, nel Gusta Minori, nell’Azione Cattolica.

Giustamente don Ennio ha detto che le vocazioni nascono nelle famiglie, ma voglio dire che anche la vita sociale e l’associazionismo in particolare aiutano alla scoperta della propria vocazione. Tu hai deciso di donarti al Signore, ma c’è chi, nelle associazioni, trova l’amore, chi scopre la propria passione lavorativa. Secondo me un bravo sacerdote è chi sa amare la vita in tutte le sue sfaccettature, perché amando la vita la fa amare. Erano più di 40 anni che un minorese non sceglieva la via del sacerdozio (ultimo padre Vincenzo Criscuolo, prima di lui don Giovanni Bertella). Minori è orgogliosa di te, del tuo coraggio di lasciare le reti, la famiglia, gli amici e seguire il Maestro. Tu sii orgoglioso del tuo paese, che ti ha dato i natali, che ti ha formato in fanciullezza, e che ora ti lascia prendere il largo. Grazie a Gerardo e a Mena che non hanno ostacolato questo tuo progetto di vita. Grazie a voi, Eccellenza, a don Ennio, a tutti i sacerdoti, e agli amici di Praiano, dove Daniele sta svolgendo il suo ministero, in primis al Sindaco. Grazie a tutti voi che avete partecipato a questa celebrazione.

Auguri Daniele, Minori ti vuole bene.

Più informazioni su

Commenti

Translate »