Quantcast

Maiori, tour nei luoghi dello Sbarco e del film Paisà di Rossellini

Più informazioni su

Maiori, tour nei luoghi dello Sbarco e del film Paisà di Rossellini. Ce lo racconta Rosanna Gentile in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Ripercorrere i luoghi, raccogliendo i racconti che ne hanno scritto la storia. Guardando a questo obbiettivo dal sapore di terreno in cui affonda le radici l’identità del territorio, Maiori si prepara ad accogliere gli ospiti del suo Festival con un cartellone scandito da eventi tematici differenti che, da oggi e sino a domenica, condurrà alla ricerca dell’essenza del sito costiero la cui bellezza ispirò Roberto Rossellini. Due tour, uno tra i luoghi dell’Operation Avalanche l’altro tra quelli della devozione e della tradizione religiosa; un omaggio al cinema di Rossellini; uno spettacolo di danza e teatro; due laboratori musicali per bambini e un premio letterario. Si parte oggi nei Giardini e nel Salone di Palazzo Mezzacapo, dove si svolgono i laboratori le Ali e Radici (per piccoli fino a 5 anni, accompagnati dai genitori) e Energie Creative (dai 6 anni in su), entrambi diretti dall’educatrice musicale Gloria Falcone e dalla musicoterapeuta Benedetta Ciccariello che, mediante attività ludiche, proporranno esperienze sensoriali diversificate per stimolare la naturale predisposizione dei bambini per l’universo dei suoni e del ritmo. Domani sarà la volta del ricordo e della storia con il tour Operation Avalanche (ore 18) che rileggerà un’importante pagina di storia di Maiori, base in costiera di questa fondamentale operazione anfibia militare che, partendo dal Golfo di Salerno, di fatto scrisse l’incipit della conclusione del secondo conflitto mondiale. Un viaggio fisico nel tempo attraverso gli occhi e i ricordi di chi ha vissuto lo sbarco degli Americani lungo la spiaggia di Maiori: storie e aneddoti ridaranno, così, voce a quei luoghi all’epoca occupati dagli anglo-americani, attraverso una passeggiata che, con partenza dall’Obelisco di S. Maria a Mare sul Lungomare Amendola, toccherà il Palazzo Mezzacapo e poi il Convento di San Domenico dove gli alleati avevano allestito un ospedale da campo e dove ancora oggi sono conservate foto d’epoca che testimoniano quel particolare momento storico. Giovedì sarà, invece, la volta di CineMaiori, l’evento-omaggio a Rossellini, che volle proprio Maiori e la Divina come set per suoi quattro film: con partenza da piazza D’Amato (ore 18), una guida condurrà i partecipanti lungo un percorso dominato dagli scorci preferiti dal regista arricchiti da proiezioni cinematografiche in visori di realtà aumentata per trasportare gli utenti in quelle magiche atmosfere rosselliniane. Venerdì (20.30) la scuola di danza Serenade diretta da Patrizia Scarpati metterà in scena lo spettacolo Ama e cambia il mondo tratto da Romeo e Giulietta di William Shakespeare, che traduce in musica e danza l’eterno amore tra i due giovani con le splendide musiche di Riccardo Cocciante. Sabato (ore 21) nel piccolo borgo di Erchie si vivrà il punto d’arrivo del premio letterario Il blu e il verde: Erchie ci racconta che premierà i primi tre tra dieci racconti finalisti che, con le loro narrazioni, hanno valorizzato al meglio il territorio. A chiudere il Festival, domenica, il tour Fede e arte tra le chiese, cappelle e confraternite di Maiori: una guida accompagnerà i visitatori alla scoperta della storia religiosa e delle tradizioni del territorio partendo (ore 18) dall’Obelisco di S. Maria a Mare per poi proseguire lungo il Corso Reginna per visitare la piccola e quasi nascosta cappella di San Rocco da cui si andrà alla scoperta di altri edifici sacri, come la chiesa di S. Domenico, la Chiesa di Santa Maria della Pietà e, infine, la Collegiata di Santa Maria a Mare.

Più informazioni su

Commenti

Translate »