Quantcast

Lello Staiano, capogruppo di “Insieme per Massa Lubrense”: “La città non ha bisogno della demagogia”

Riportiamo le parole di Lello Staiano, capogruppo di “Insieme per Massa Lubrense”: «Massa Lubrense non ha bisogno della demagogia. Era un po’ di tempo che non scrivevo, ma confesso che l’ho fatto perché i tanti membri della nostra associazione, sia giovani che meno giovani, hanno profuso (e lo fanno tuttora) un grande impegno per la politica locale, favorendo e stimolando il dibattito.

Ma in tutta onestà ho sentito l’esigenza di far sentire la mia voce, soprattutto dopo alcune dichiarazioni lette sui social. Sarò chiaro e diretto, per me la politica non può essere portata avanti con un approccio demagogico, perché la verità va sempre salvaguardata e condivisa a tutti. Molti esponenti della maggioranza, come hanno sottolineato più volte i membri della nostra associazione, peccano di presunzione, leggendo a modo loro (spesso travisando il senso del messaggio) qualunque rilievo gli venga mosso. Il guaio è che, sia detto onestamente, qualsiasi critica si trasforma in un peccato capitale, quasi un reato di lesa maestà. Ma chi aspira a far politica ad alti livelli (e già ricopre incarichi di rilievo) non dovrebbe giocare con le parole, né mettere in mezzo bambini innocenti, spostando l’attenzione dalla luna al dito.

La cosiddetta “speculazione territoriale” è quella che negli ultimi 6 anni ha portato avanti la maggioranza, scavando un solco che Insieme per Massa Lubrense, con tutte le sue forze, aveva cercato di colmare. I bambini non vogliono saper nulla di politica, vorrebbero giocare su attrezzature collaudate, senza rischiare di farsi male per la superficialità dei grandi, che con la bocca fanno grandi promesse ma in realtà non riescono neanche a far collaudare un semplice gioco del parco.

Oggi Massa Lubrense non è né unica, né unita, ma semplicemente debilitata e stanca, dopo 6 anni di promesse tradite e di divisioni create ad arte. Insieme per Massa Lubrense, però, non ha mai giocato con la demagogia, come invece fanno le altre compagini politiche. Pur credendo che le regole vadano rigorosamente rispettate per garantire l’esercizio regolare e democratico del consiglio Comunale, crediamo tuttavia che i tribunali non possano risolvere le criticità della politica, perché i fallimenti politici, come quello di questa amministrazione, spetta sentenziarlo ai cittadini massesi che hanno ormai chiaro dove abita la vecchia politica delle facili promesse e della incompetenza».

Lello Staiano, capogruppo di “Insieme per Massa Lubrense”: “La città non ha bisogno della demagogia”

Commenti

Translate »