Quantcast

Guerra delle biglietterie ad Amalfi, vince la Positano Jet dei Lucibello

Guerra delle biglietterie ad Amalfi, vince la Positano Jet dei Lucibello . Una guerra infinita che dura anni poco comprensibile se non si vive il settore, aver la possibilità di far i biglietti significa anche poter avere clientela, difficile lavorare se non puoi essere visibile con una biglietteria. Alla fine dopo tante guerre giudiziarie si dovrebbe aver raggiunto la parola fine . Respinto dal Consiglio di Stato il ricorso presentato dalla “Tra-VelMar” contro la “Positano Jet” per l’utilizzo e la gestione di un box adibito a biglietteria collocato nel Porto di Amalfi. “Alilauro Gruson” in passato aveva ottenuto il box in concessione fino alla naturale scadenza. Il seguente affidamento della concessione demaniale marittima per l’utilizzo e la gestione della biglietteria è stato aggiudicato alla “Positano Jet”. “Travelmar” ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Campania in quanto “Alilauro Gruson” figura nella compagine sociale della società e quindi avrebbe vantato un pregresso diritto di proroga e per tale motivo non ha partecipato alla procedura per l’ottenimento del titolo, chiedendo conseguentemente l’annullamento degli atti.
Il Tar sentenziò che, per quanto concerne controversie aventi a oggetto gare di appalto, «il soggetto che volontariamente e liberamente si è astenuto dal partecipare alla selezione non è legittimato a chiedere l’annullamento».
Insomma, l’unico soggetto legittimato ad impugnare gli atti, in quanto titolare di un interesse, sarebbe stata la Società “Alilauro Gruson” mentre Travelmar, nella qualità di socia della concessionaria, non ne avrebbe avuto nessun diritto. Sulla stessa falsariga anche il pronunciamento del Consiglio di Stato, alla quale la “Travelmar” s’è poi appellata.
I magistrati di Palazzo Spada, infatti, hanno «ritenuto di condividere pienamente la sentenza appellata, che conclude che l’unico soggetto legittimato all’impugnazione, poiché titolare di un interesse differenziato, è la “Alilauro Gruson”». Insomma, la “Travelmar”, nelle vesti di socia della concessionaria, avrebbe avuto solo la possibilità di intervenire nel giudizio eventualmente instaurato dalla società “Alilauro Gruson”, non di proporre ricorso. Per questo motivi la quinta sezione del Consiglio di Stato ha respinto il ricorso. La gestione del box adibito a biglietteria nei pressi del porto di Amalfi, dunque, resterà a “Positano Jet”.
È un punto di riferimento per i tanti turisti che nel periodo estivo giungono nel paese capofila della Divina. Qui, infatti, centinaia di persone chiedono informazioni rispetto alla possibilità di raggiungere via mare le altre caratteristiche località della Costiera o le isole. Il servizio di trasporto via mare è una delle risorse principali del territorio anche per ridurre la circolazione dei mezzi automobilistici lungo le malconce strade della Divina.

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »