Quantcast

Gragnano: raid in casa di avvocato, ma un’app dà l’allarme e fa arrestare due ladri

Più informazioni su

Gragnano: raid in casa di avvocato, ma un’app dà l’allarme e fa arrestare due ladri. Ce lo racconta Dario Sautto in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Entrano in un appartamento in pieno giorno e tentano di svaligiarlo, ma l’app collegata alle telecamere dà l’allarme. Il proprietario chiama i carabinieri che intervengono subito, sventano il furto e arrestano due ladri dopo una dura colluttazione, recuperando l’intera refurtiva. Dopo la convalida, il giudice li manda in carcere. È accaduto domenica mattina a Gragnano, in una casa di via Giovanni Della Rocca, che già due anni fa era stata svaligiata dai ladri. Così il proprietario, un noto avvocato gragnanese, aveva deciso di installare una serie di telecamere in tutto l’appartamento, con le quali è in grado di controllare in tempo reale ciò che accade nella sua abitazione. Grazie all’applicazione installata sul suo cellulare, il professionista è stato avvisato che c’era qualcuno in casa ed ha dato l’allarme chiamando immediatamente il 112.

LE MANETTE In pochi minuti, i carabinieri della stazione di Gragnano e della compagnia di Castellammare di Stabia sono intervenuti sul posto, sorprendendo i tre ladri che tentavano la fuga, con borsoni in spalla. Uno di loro è riuscito a fuggire mentre altri due sono stati bloccati dopo una violenta colluttazione anche con alcuni residenti della zona. Nonostante la forte reazione, i due topi d’appartamento un 41enne bulgaro e un 34enne georgiano, entrambi residenti a Napoli sono finiti in manette. La refurtiva in gran parte abiti, liquori e alcuni oggetti di valore è stata interamente recuperata e restituita.
Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma di Castellammare di Stabia, ieri mattina i due topi d’appartamento sono comparsi dinanzi al giudice del tribunale di Torre Annunziata, Fernanda Iannone, che ha convalidato l’arresto e, visti i precedenti dei due, ha disposto l’immediato trasferimento nel carcere di Poggioreale. Ancora in corso le ricerche del terzo uomo, che è riuscito a dileguarsi entrando nell’ex stazione ferroviaria di Gragnano.
L’avvocato gragnanese, proprietario dell’appartamento visitato dai ladri, ha poi scritto un lungo post su Facebook per spiegare l’accaduto, pubblicando anche un frame del video che ha registrato il furto in casa sua: «Dopo l’ultimo furto di circa due anni fa, ho installato telecamere nascoste senza farne parole ad alcuno. Voglio ringraziare i carabinieri di Gragnano e Castellammare di Stabia per il solerte intervento e i tanti vicini di casa e avventori di via Della Rocca che si sono prodigati per il fermo dei rei».

Più informazioni su

Commenti

Translate »