Quantcast

Genova prepara la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare a dicembre, nel 2022 ad Amalfi

A dicembre si terra la 65esime edizione della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, prevista per il 19 del mese. La decisione è arrivata dal Comitato Generale, che ha disposto la realizzazione dell’evento a Pra’, viste le difficoltà dovute alle restrizioni anti-covid 19 che avrebbe reso impossibile l’evento ad Amalfi. A dicembre 2021, dunque, è la volta di Genova, ma con ogni probabilità l’evento tornerà ad Amalfi nel 2022, e si pensa addirittura ad una doppia edizione per recuperare quella del 2020 rinviata causa covid.

L’attesa rievocazione storica e disputa sportiva, che si svolgerà il 19 dicembre 2021 coinvolgendo gli equipaggi delle quattro città, Genova, Amalfi, Pisa, Venezia, in una sfida a bordo dei galeoni ricostruiti su modelli del XII secolo.

La regata è una gara remiera effettuata mediante galeoni, ricostruiti su modelli del XII sec., da Alvio Vaglini, spinti da otto rematori e guidati da un timoniere. Le quattro imbarcazioni, lunghe 11 metri, pesanti 760 chilogrammi ed a sedile fisso, furono varate il 9 giugno 1956 sulla Riva dei Giardini Reali e benedette dal patriarca di Venezia Angelo Roncalli.

Gli scafi dei galeoni sono dipinti mediante i colori tradizionali delle quattro città marinare (Amalfi: azzurro; Pisa: rosso; Genova: bianco; Venezia: verde); presentano il castello a poppa con la bandiera di ciascuna repubblica ed hanno una polena a prua. Così Amalfi usa un cavallo alato che, insieme alla sirena, era uno dei motivi principali utilizzati per le polene delle galee medievali; Genova ha invece il drago rievocante il suo Protettore S. Giorgio; Pisa mostra l’aquila imperiale germanica a ricordo della fedele collaborazione offerta alla causa sveva e ghibellina dalla repubblica toscana; Venezia presenta il leone di S. Marco quale simbolo del suo santo protettore.

__________

La manifestazione si svolgerà nella città della Lanterna, nello specchio d’acqua della fascia di rispetto di Pra’. A stabilirlo il Comitato Generale che ha preso atto dell’impossibilità oggettiva di tenere l’evento ad Amalfi nella forma usuale a causa delle restrizioni vigenti in materia di Covid 19.

Con molta probabilità la Regata Storica tornerà ad Amalfi già il prossimo anno e si pensa anche ad una doppia edizione nel 2022 per poter recuperare l’edizione non disputata nel 2020 a causa del Covid.

L’attesa rievocazione storica e disputa sportiva, che si svolgerà il 19 dicembre 2021 coinvolgendo gli equipaggi delle quattro città, Genova, Amalfi, Pisa, Venezia, in una sfida a bordo dei galeoni ricostruiti su modelli del XII secolo.

Istituita nel 1955, la Regata celebra le imprese delle più antiche Repubbliche Marinare
italiane che, come detto, si sfidano con quattro equipaggi remieri (8 vogatori e un timoniere) a bordo di galeoni, i cui scafi sono dipinti con i tradizionali colori delle quattro città: bianco per Genova, rosso per Pisa, verde per Venezia, azzurro per Amalfi.

La città vincitrice si aggiudica il trofeo in oro e argento realizzato dalla Scuola Orafa Fiorentina, che viene poi rimesso in palio in occasione della Regata successiva.

Commenti

Translate »