Quantcast

Elezioni ad Agerola, l’intervista al candidato sindaco Naclerio: “Pronto a triplicare le mie energie al servizio della comunità”

Più informazioni su

Elezioni ad Agerola, l’intervista al candidato sindaco Naclerio: “Pronto a triplicare le mie energie al servizio della comunità”.

Cosa ti ha spinto a candidarti?

Dieci anni vissuti da amministratore comunale di Agerola sono stati una palestra importante per la mia formazione politica, amministrativa ed umana. Nuovamente Agerola ha cambiato il volto di questo paese. Il lavoro incessante del Sindaco Mascolo e l’impegno quotidiano di ogni singolo amministratore hanno esaltato la vocazione e l’identità di questa terra. Agerola è sempre stata al centro della nostra missione. Sono pronto a triplicare le mie energie e metterle ancora al servizio della comunità, di cui mi onoro di far parte. Sono cosciente del peso di questa responsabilità, ma anche carico. Non sarò solo, la mia sarà una sfida collettiva, insieme ad un gruppo di donne e uomini, formati per proiettare Agerola verso il futuro. Opererò restando nel solco tracciato in questi anni assicurando ascolto, partecipazione, onestà e rigore morale

Che cosa serve ad Agerola?

Agerola può contare su una classe amministrativa esperta, vocata al bene comune, che ha una visione integrale della macchina amministrativa e dei punti di forza e di debolezza del paese Agerola. Agerola oggi ha un’identità, ha un brand affermato sul mercato internazionale, il sistema turismo genera economia. Le aziende artigianali sono ambasciatori di una tradizione che si tramanda da secoli che è sinomino di qualità e garanzia. Le associazioni di volontariato sono esempio di attenzione alle fasce deboli e le istituzioni scolastiche garanti della crescita e della formazione dei cittadini futuri. Agerola oggi ha ritrovato orgoglio e dignità. Le opportunità sono aumentate. Brilla di luce propria. E’ naturale però che se un paese cresce aumentano anche le aspettative, i bisogni, le richieste. Lo sappiamo e per questo rivolgo un appello affinchè in questa campagna elettorale si parli di visione e non di populismo. Nel 2022 entreremo nella fase del post-covid, ci saranno nuove opportunità da cogliere, a partire dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La visione da trasferire agli agerolesi deve tracciare la rotta dei prossimi anni.  Comunità, territorio, impresa e mestieri, futuro sono i capisaldi su cui abbiamo costruito un programma elettorale partecipato, che ha coinvolto gruppi di lavoro e cittadini.

Cosa farai come prima cosa?

Abbiamo sempre dato il massimo, tutti i giorni, h 24, 365 giorni su 365. Siamo la continuità dell’Amministrazione Mascolo che negli ultimi dieci anni ha intercettato 50 milioni di euro di finanziamenti pubblici, adottato il PUC, registrato quasi un milione di presenze turistiche, creato nuove opportunità di lavoro, mantenuto invariate le tariffe locali, curato l’ambiente e le aree verdi, raggiunto percentuali di raccolta differenziata sopra al 75%. Ci sono ancora 10 milioni di euro impegnati e pronti ad essere finalizzati per altre nuove opere, che gestiremo con la stessa trasparenza ed oculatezza di sempre. Miglioreremo la qualità dei servizi, per cittadini e turisti, a partire dal Piano Parcheggi già pronto per essere attuato, la consegna a tutte le famiglie dei contenitori domestici con microchip per premiare chi differenzia di più, un nuovo arredo urbano già approvato nel Piano Generale degli Impianti, nuovi soluzioni tecnologiche di informazione turistica.

Come primissima cosa, mi recherò in tutte le scuole, seguendo il buon esempio di Luca Mascolo e della mia amica Regina Milo Assessore al ramo, per incontrare i piccoli studenti e stringere con loro un Patto Generazionale.

E come farai la Giunta?

la preoccupazione di come fare la Giunta la lasciamo agli altri. Logiche ed accordi sottobanco di questo tipo non ci interessano. La promessa della poltrona, in campagna elettorale, umilia l’impegno di un gruppo che ha sempre messo al centro Agerola e non le ambizioni personali. Ci si impegna a sostegno di un progetto, ci si mette in gioco per porsi al servizio della comunità. E’ l’amore incondizionato per questa terra ad ispirarci. Dietro questa squadra c’è un movimento che include, c’è un’idea che cammina sulle gambe di tante donne e tanti uomini, giovani e meno giovani. E’ una sfida collettiva. Tutti possono essere protagonisti. Ognuno sarà sindaco di Agerola, se si lascerà ispirare da questi ideali.

Più informazioni su

Commenti

Translate »