Quantcast

Elezioni a Piano di Sorrento: via tutti i simboli, M5S e Pd fusi nelle civiche

Elezioni a Piano di Sorrento: via tutti i simboli, M5S e Pd fusi nelle civiche. Ce ne parla Alessandra Miranda in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Due candidati alla carico di sindaco. Due liste civiche. Un vero e proprio testa a testa che si preannuncia alquanto serrato. A Piano di Sorrento per la fascia tricolore sono in campo il sindaco uscente Vincenzo Iaccarino e Salvatore Cappiello, assessore fino al 2016 ed oggi al ritorno in campo dopo cinque anni di assenza dalla scena politica.

Entrambi sono sostenuti da una civica. Sarà una campagna elettorale abbastanza tirata visto che le due squadre sono formate da pezzi da novanta della vita amministrativa di Piano di Sorrento degli ultimi decenni.

Il sindaco uscente Iaccarino guida la lista “Piano nel cuore” con cui vinse le Comunali nel 2016. La civica è diretta espressione della maggioranza uscente. Con Iaccarino ci sono il vicesindaco uscente Pasquale D’Aniello e gli assessori Sergio Ponticorvo, Carmela Cilento, il presidente del consiglio comunale Mario Russo ed altri fedelissimi. Un mix tra uscenti e new entry con Iaccarino che aspira a ottenere la conferma dagli elettori. Lo sfidante è Cappiello: vicesindaco fino al 2016, cinque anni fa decise di lasciare momentaneamente la politica. Ora è tornato in prima linea con la lista “Fortemente Piano”: tra i candidati al consiglio comunale spiccano i nomi dell’ex sindaco Giovanni Ruggiero, degli ex assessori Costantino Russo, Annalisa Pasquariello, Gianni Iaccarino, Maurizio Gargiulo e Marco D’Esposito. Anche in questo caso presenti in lista giovani e debuttanti alla competizione elettorale.

Non figurano simboli di partiti in questa tornata delle comunali. Alcuni esponenti del Partito Democratico e del Movimento Cinque Stelle prenderanno parte alle elezioni ma in forma “individuale”. §2 una novità rispetto al 2016 quando i grillini allestirono una lista con tanto di simbolo capitanata da Salvatore Mare, eletto in minoranza ed oggi candidato nella lista civica di Cappiello.

H deciso di non candidarsi invece Rossella Russo: assessore uscente alla pubblica istruzione, prima delle ferie ferragostane aveva invitato Iaccarino e Cappiello a unire le forze evitando frammentazione. Tentativo fallito.

Commenti

Translate »