Quantcast

Capri: Puff Daddy, il “re” del rap conquista l’isola azzurra

Capri: Puff Daddy, il “re” del rap conquista l’isola azzurra. Ce ne parla Marco Milano in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

A Capri Puff Daddy, “Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu”, e intanto i Faraglioni si tingono di rosa. Il re statunitense del rap habituè dell’isola azzurra ha fatto rotta verso Capri salpando da Stabia Main Port, a bordo di un superyacht di oltre sessanta metri. Un vero e proprio ritorno quello di Puff Daddy, produttore discografico, oltre che cantante e attore statunitense, che a Capri è di casa tra i ristoranti “Aurora” e “Villa Verde” e le gite in barca intorno ai Faraglioni. A proposito delle sentinelle dello scoglio caro all’imperatore Tiberio, nei prossimi giorni si vedranno dei Faraglioni tinti di rosa. L’inedita “cartolina” nasce da Chantecler, brand caprese di alta gioielleria ed Europa Donna Italia, movimento che tutela i diritti delle donne alla prevenzione e alla cura del tumore al seno, che si uniranno in un simbolico richiamo, esteso a tutte le donne e a chi le ama, ad occuparsi del proprio benessere e della prevenzione. E in questo senso il nastrino rosa che avvolge l’iconica campanella in argento Chantecler, darà vita a “La Campanella Rosa” che risuonerà sui Faraglioni illuminato per l’occasione di rosa, per lanciare da Capri un messaggio di amore, speranza, fortuna e serenità. “Capri è onorata di concedere il proprio patrocinio morale – ha detto il sindaco di Capri Marino Lembo – alla nobile iniziativa promossa da Europa Donna Italia e Chantecler sulla nostra isola che ben coniuga il suo millenario fascino con il messaggio di bellezza e di amore che si intende lanciare alle donne nel prendersi cura del proprio benessere e della propria salute attraverso la prevenzione sanitaria”. Domenica sera, infine, nel chiostro piccolo della Certosa di Capri “Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu”, di Michelangelo Iossa. Si chiude, infatti, la seconda rassegna “Capri e Altrove” organizzata da “L’Isolano” in collaborazione con l’associazione culturale “Maestro Paolo Falco”. Dopo l’appuntamento con il giornalismo d’inchiesta di Sandro Di Domenico, domenica sera sarà la volta, appunto, di Michelangelo Iossa con la sua opera dedicata all’indimenticabile cantautore calabrese al quale è stata dedicata l’edizione 2021 di “Capri e Altrove”.

Commenti

Translate »