Quantcast

Campania: fuori dalle scuole chi non ha il certificato verde

Più informazioni su

A fornirci tutti i dettagli è Mariagiovanna Capone nell’edizione odierna del Il Mattino 

La linea rigorosa del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ci sarà anche quest’anno scolastico. Tra poche ore, infatti, sono attese due ordinanze. La prima nasce per contrastare i no Vax nelle scuole campane, anzi per tenerli alla larga. L’accesso a un edificio scolastico sarà ammesso esclusivamente ai possessori di Green pass, non solo quindi al personale scolastico ma anche a coloro che pur lavorando nel plesso hanno contratti con altri enti o istituzioni. Il decreto legge 111, infatti, specifica che c’è l’obbligo del possesso e il dovere di esibizione della certificazione verde per tutto il personale scolastico, ma è ambiguo su altre figure. Tra questi molti sono dichiarati no Vax e stanno mettendo in difficoltà i dirigenti scolastici, accorsi ieri alla riunione di ieri all’auditorium della Giunta regionale con il governatore De Luca e l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini creata proprio per esternare i disagi e le problematiche emerse nella fase di ripartenza. Altra ordinanza, invece, sarà un incentivo ai giovani che si sono responsabilmente vaccinati: i consueti abbonamenti gratuiti per i trasporti pubblici alla fascia 11-26 anni quest’anno saranno erogati soltanto ai possessori di Green Pass (esenti solo gli undicenni). Dalla riunione sono stati chiariti i dettagli delle 250 Istituti Sentinella e le modalità del monitoraggio della circolazione del virus tramite test molecolari con tampone salivare gratuito su base volontaria tra gli alunni dai 6 agli 13 anni, e l’attivazione di camper mobili con personale medico a bordo da posizionare negli istituti scolastici campani per vaccinare gli studenti delle secondarie di secondo grado, cioè dai 14 anni in su.

STOP AI NO VAX Il presidente De Luca userà il pugno di ferro contro i no Vax che contrasterà con l’arma che ha a disposizione: un’ordinanza. È solo questione di ore prima che emetta il divieto assoluto a coloro che sono privi di certificato verde a oltrepassare la soglia che introduce agli spazi scolastici. Una decisione esternata ai dirigenti campani presenti alla riunione di ieri per non permettere «a persone dichiaratamente contro i vaccini» di mettere a rischio la salute pubblica. Fuori dai cancelli delle scuole, quindi, sia i genitori no Vax, che ieri hanno manifestato insieme ad alcune decine di appartenenti al gruppo Basta Dittatura che si oppone a Green Pass e vaccino, mostrando striscioni «Giù le mani dai bambini», che i custodi, alcuni dei quali stanno sfidando i dirigenti dichiarandosi contro le inoculazioni. Uno degli episodi è stato riportato dettagliatamente da un dirigente, che ha riferito come un custode assunto dal Comune di Napoli dileggi preside e i docenti vaccinati obbligati al controllo del Green Pass mentre lui ne sia esente. Tra poche ore non sarà più così e dovrà mettersi in regola.

GLI ISTITUTI SENTINELLA Per il primo ciclo saranno attivate 250 Classi Sentinella (in totale ce ne sono 665) all’avvio dell’anno scolastico. Saranno su base volontaria, sia per quanto riguarda i plessi che per i ragazzi. «Non abbiamo intenzione di costringere nessuno, ma riteniamo importante monitorare la situazione per un avvio in sicurezza» insiste Fortini. Non appena arriveranno i test gratuiti da Roma, ci sarà un webinar su come usarli. «Sono come dei cotton fioc da strusciare su lingua e guance dei bambini, quindi molto facili e potranno farglieli anche i genitori». La tendenza sarà quella di avere nella Fase 1 20mila test (5 alunni per ciascuna delle 5 classi di due sezioni di primaria e 5 per le 3 classi di due sezioni di media) con un totale di 80 studenti per istituto; mentre la Fase 2 prevede 40mila test (dove si raddoppiano le sezioni di primaria e medie) per un totale di 160 studenti per istituto. Solo a Napoli saranno coinvolti 39 istituti e nella prima fase 3.134 alunni, poi il doppio.

VACCINI AI GIOVANI Mentre il ministro Bianchi da Palazzo Chigi chiarisce che «le regole a scuola sono quelle del Cts: mascherina, distanziamento e regole di igiene fondamentale» ma che «nelle classi dove sono tutti vaccinati, si possono togliere le mascherine e si può tornare a sorridere», la Regione Campania accelera per aumentare il numero di vaccinati nelle secondarie di secondo grado. «L’Asl Napoli 1 continuerà a promuove altri Open Day per gli studenti in vista del rientro a scuola, attraverso la campagna W la Scuola in particolare nelle municipalità di Napoli con meno adesioni» spiega Fortini. Ma nel frattempo sono pronte altre iniziative, come i camper vaccinali negli istituti scolastici, così da raggiungere la platea dei giovani ancora non immunizzati.

Più informazioni su

Commenti

Translate »