Quantcast

Appello a De Luca per protocollo ospedaliero per i familiari dei degenti: Il Covid è diventata una scusa per lasciare da soli i malati

Adesso è arrivata l’ora di restituire dignità ai malati non covid che da quasi due anni si vedono negare, oltre alle cure adeguate anche il supporto ed il conforto da parte dei propri familiari.

È così che, dall’isola d’Ischia, parte l’appello al governatore De Luca, di consentire agli ammalati degli ospedali della Campania, di poter ricevere le visite dei familiari.

Mimmo Loffredo, medico sull’isola all’ospedale Rizzoli e consigliere comunale a Forio, ha scritto al governatore De Luca, al ministro della Salute Speranza ed al direttore del Cto, chiedendo in sostanza che venga elaborato un protocollo basato sul green pass o su tamponi, che permetta le visite in ospedale, sino alla cessazione dell’emergenza Covid.

Il medico ha raccontato: “Ho vissuto l’esperienza straziante della perdita di mio padre a fine agosto, quando è stato ricoverato per una caduta al Cto di Napoli, ed è spirato in 48 ore. Non abbiamo avuto la possibilità di salutarlo, di confortarlo, di stringergli la mano per l’ultima volta a causa delle attuali normative anti contagio. Non è possibile che un proprio caro, che viene affidato alle cure ospedaliere, venga lasciato morire da solo, senza il minimo conforto di un familiare”.

Ed ha concluso : “Con tanta amarezza sono costretto ad affermare che il Covid è diventata una scusa per evitare la presenza dei familiari nei reparti. Posso affermare, come cittadino che ha vissuto questa esperienza in prima persona, che i degenti allo stato attuale, non vengono assistiti come dovrebbero”.

Articolo scritto da Beta per Positanonews

Commenti

Translate »