Quantcast

Vico Equense: sì al Bilancio, passa il nuovo piano Tari

Più informazioni su

Vico Equense: sì al Bilancio, passa il nuovo piano Tari. Ce ne parla Salvatore Dare in un nuovo articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Fumata bianca. Il consiglio comunale di Vico Equense ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2021/2023.

Sono bastati i nove voti a favore della maggioranza per far passare il provvedimento (contrari gli esponenti di minoranza, più un astenuto). Il documento contabile è stato illustrato in aula dal neo assessore con delega alle finanze, Roberta Barbieri. La scorsa settimana, nel corso di una prima seduta del civico consesso, a causa della mancanza del numero legale era saltata l’approvazione. Un colpo di scena che aveva alimentato perplessità visto che si paventava il paradossale commissariamento dell’ente a pochi mesi dal ritorno alle urne. Invece, è stata trovata la quadra definitiva e ieri mattina il consiglio comunale ha regolarmente approvato il documento contabile. Ci sono delle novità. Innanzitutto per la tassa sui rifiuti. Così come conferma in una nota il Comune, i consiglieri hanno approvato le tariffe Tari per il 2021 e «bisognerà coprire 80 mila euro, quindi ci sarà una leggerissima rimodulazione delle tariffe».

Confermata l’adozione di alcune agevolazioni a favore delle utenze non domestiche che hanno subito un blocco delle attività per effetto dei decreti d’urgenza emanati dal governo e dalla Regione Campania per fronteggiare l’epidemia da Covid 19 per il solo anno 2021, mediante la quota che sarà definitivamente assegnata al Comune attraverso il fondo previsto dal decreto legge dello scorso fine maggio, quantificato in 203 mila euro. Le agevolazioni saranno applicate alla sola quota variabile nella misura massima del 70 per cento della tariffa parte variabile e nel limite dei fondi stanziati. Possono accedere alle agevolazioni Tari i soggetti interessati dalla chiusura obbligatoria o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Le scadenze delle rate della tassa dei rifiuti sono fissate al 30 settembre (terza rata) e 31 gennaio 2022 (saldo). Ratificate anche le tariffe Imu, che restano invariate. Giudizio favorevole della maggioranza al documento unico di programmazione 2021/2023 (Dup), modificato all’unanimità anche il regolamento per l’istituzione del Garante dei diritti della persona con disabilità, che prevedeva che la nomina durasse due anni non rinnovabili.

Il nuovo articolo prevede che «il Garante opera a titolo gratuito e viene scelto tramite avviso pubblico predisposto dal settore politiche sociali del Comune ogni tre anni;

l’incarico è rinnovabile una sola volta con deliberazione del consiglio comunale.

In caso di nuova nomina allo scadere dei tre anni si procede mediante avviso pubblico».

Più informazioni su

Commenti

Translate »