Quantcast

Vico Equense, rinviato il voto del Bilancio: ora c’è l’incubo default

Più informazioni su

Vico Equense, rinviato il voto del Bilancio: ora c’è l’incubo default. Ce ne parla Salvatore Dare in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Un giallo politico, quello venuto a galla nelle ultime ore a Vico Equense. A meno di due mesi dal ritorno alle urne, salta – per ora – l’approvazione del bilancio di previsione. Nella seduta decisiva, è mancato il numero legale in consiglio comunale con diverse defezioni che si sono addirittura registrate nei banchi della maggioranza. L’amministrazione guidata dal sindaco uscente Andrea Buonocore non è quindi riuscita a garantire i numeri necessari per approvare il provvedimento e l’argomento dovrà essere ridiscusso a stretto giro. In particolare, in maggioranza, mancavano i consiglieri comunali Salvatore Guida, Carolina Apuzzo e Federica Leone. C’è il rischio di scioglimento del consiglio comunale? In teoria sì, perché il bilancio andava approvato entro lo scorso 31 luglio. Ci sono ovviamente ulteriori 20 giorni di tempo per trovare definitivamente la quadratura del cerchio e scongiurare il rischio di un paradossale scioglimento anticipato. Stando alle insistenti indiscrezioni che trapelano da fonti della maggioranza, pare che sul “rinvio” dell’approvazione del bilancio abbia avuto un peso la querelle legata alla chiusura del lounge bar Le Ancore del borgo di Seiano. Tra ricorsi e polemiche, nei giorni scorsi, il Consiglio di Stato ha sostanzialmente bocciato l’ipotesi di affidare il lotto di demanio marittimo allo storico gestore dell’area. Nessuno, perora, è disposto a confermare in via ufficiale questa versione nonostante informalmente la indichi come la ragione principale del malessere di alcuni esponenti della maggioranza. Potrebbero esserci ripercussioni sull’assetto elettorale della maggioranza? Nì. Ciò che è evidente è la volontà del primo cittadino uscente di ricandidarsi. Alcuni esponenti della sua amministrazione sono disposti a riconfermarlo quale leader della coalizione che, chiaramente, sarà allestita con l’apporto decisivo dell’ex sindaco ed oggi consigliere regionale Gennaro Cinque. Sullo sfondo, si muovono le alternative. L’ex esponente di opposizione Maurizio Cinque, già forte di cinque liste, nei giorni scorsi ha stretto l’accordo con il M5S.

Più informazioni su

Commenti

Translate »