Quantcast

Vico Equense, Marina di Seiano negli anni ’60. Cemento? Neanche l’ombra

Sembra un quadro dipinto da Monet, e invece è la foto di Marina di Seiano, a Vico Equense in penisola sorrentina, negli anni ’60. Si tratta dello scatto condiviso dalla pagina Facebook Vico Equense OnLine, che, con l’intento di riesumare qualche vecchio ricordo, ha scatenato un vero e proprio tornado di emozioni nei più nostalgici del passato.

Spiaggia libera, barche colorate, natura. E il cemento? Neppure l’ombra. Insomma, il mare che tutti vorremmo in penisola sorrentina, in realtà, ce l’avevamo già. Per non parlare dell’educazione e del rispetto. Tutti i bagnanti erano accomunati da un desiderio: trascorrere una giornata al mare, nessuno infastidiva nessuno, l’ambiente sempre tutelato e mare cristallino.

Poi è arrivato l’uomo moderno, l’homo sapiens, che di sapiente ha ben poco. L’uomo “capitalista” nella società del consumo, che pur di guadagnare sarebbe disposto a ridurre ad uno scempio un territorio unico. Questo è l’uomo di oggi, questo è l’uomo che ha rovinato il mare della penisola sorrentina.

Commenti

Translate »