Quantcast

Sorrento-Piazza De Curtis, turisti  costretti ad arrostirsi al sole, in attesa della Costiera Amalfitana.

Una lunga fila di persone per lo più turisti  accalcati lungo il marciapiede di una strada stretta e pericolosa,  a soffrire sotto il sole cocente di agosto in attesa dei pullman di linea verso la famosa costiera. Uno dei tanti spettacoli  indecorosi per una località che tuttavia si continua a proporre al top del turismo mondiale. Ci si adoperi, come indicato dal Sindaco Coppola, per una zona di ristoro acquisendo l’area superficiale dell’adiacente parcheggio interrato.

Sorrento – Durante il periodo di pandemia e di forte crisi economica, in molti, addetti ai lavori e non, si sono scervellati nel dare soluzioni che consentissero di praticare poi del buon turismo nell’era post covid. Dalla mancanza di infrastrutture, al traffico, alla viabilità, alla messa in sicurezza del territorio, alle varie forme di inquinamento, innumerevoli sono state le criticità discusse e le successive  proposte avanzate all’attenzione della nuova amministrazione guidata dal Sindaco Massimo Coppola, per ovviare seppure in parte alle tante problematiche che ormai da tempo affliggono la nostra città. Partita, seppure in modo traballante, la nuova stagione turistica tutti i buoni propositi, come spesso è capitato in passato ,sono andati a farsi benedire e come al solito si è rimasti al palo con le solite chiacchiere e l’atavico egoismo che caratterizzano la nostra comunità. Anche l’iniziale slancio verso il cambiamento da parte della  nuova Amministrazione sembra al momento essersi ridimensionato a pochi superficiali interventi di manutenzione, più volte propagandati dai nuovi eletti con selfie e foto varie. Ignorando forse che la cittadinanza stavolta si aspetta molto di più.

Generico agosto 2021

Eppure per migliorare la nostra ospitalità,, in vari casi basterebbe soltanto della buona volontà ed un minimo di investimento, invece si continua imperterriti a rimandare problemi anche di facile soluzione. Uno delle tante indecenze (per usare un eufemismo) è quanto ogni giorno, ormai da anni, si verifica  nella piena indifferenza dei nostri amministratori e dei tanti imprenditori o pseudo tali del turismo, in Piazza De Curtis (Stazione Circumvesuviana) alla postazione delle autolinee Sita. Una lunga fila di persone per lo più turisti ,accalcati lungo il marciapiede di una strada stretta e pericolosa, a soffrire sotto il sole cocente di agosto, in attesa dei pullman di linea verso la Costiera Amalfitana.  Purtroppo uno dei tanti spettacoli  indecorosi per una località che si continua a proporre al top del turismo mondiale.

Generico agosto 2021

Con un minimo di buon senso ed  investimento si potrebbe benissimo realizzare, anche soltanto durante il periodo estivo, una sorta di pensilina lungo il muro di cinta che costeggia la piazza per riparare dal sole in nostri ospiti, tra cui tante persone anziane e bambini che da varie parti del mondo continuano a farci visita, contribuendo al benessere della nostra comunità. Anche in questo caso nel corso degli anni si sono sprecate le proposte ed in progetti con un successivo ”nulla di fatto”. Come quando nel 2014 , l’Amministrazione comunale  diede il suo assenso al fitto del  locale di 60 mq di proprietà dell’Ente Autonomo Volturno S.r.l. (E.A.V.)  ex biglietteria  a piano terra della stazione, ad uso “sala d’attesa \ accoglienza“. Visto il protrarsi di quella che, senza ombra di dubbio, potremmo definire una indecenza, anche tale progetto evidentemente è finito nel dimenticatoio. C’è tuttavia da evidenziare  lo sforzo del Sindaco Coppola nell’acquisire l’area superficiale del parcheggio adiacente alla piazza il cui progetto prevede appunto un’area di attesa attrezzata finanche  con punto di ristoro per turisti e cittadini in procinto di imbarcarsi a bordo dei bus diretti in costiera e verso le zone collinari del territorio. Un progetto che tuttavia stenta a decollare come l’intera operazione di acquisizione delle aree superficiali dei vari parcheggi interrati da adibire , così come previsto per legge, alla fruizione pubblica. Sebbene la fiducia e la stima verso il Primo cittadino continuano ad essere inalterate,  bisognerebbe tuttavia, come in altre situazioni, capire cosa ostacola ancora tale operazione che senz’altro, oltre ad essere apprezzata dai turisti e cittadini, rappresenterebbe, con un minimo sforzo,  la prima concreta opera della nuova Amministrazione (e di conseguenza, per qualcuno, l’occasione giusta per farsi  un selfie oppure essere immortalato con una foto sui social…). – 13 agosto 2021 – salvatorecaccaviello

Commenti

Translate »