Quantcast

Sorrento, infermiera presa a schiaffi in ospedale. Per l’operatrice niente periodo di malattia per mancanza di personale

Più informazioni su

Sorrento: infermiera presa a schiaffi in ospedale. Per l’operatrice niente periodo di malattia per mancanza di personale.

Come si legge dalle pagine del quotidiano Metropolis, vittima dell’aggressione è una giovane operatrice sanitaria dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento. L’episodio fa discutere e desta scalpore in un momento in cui le condizioni del servizio sanitario in penisola sorrentina – che deve già fare i conti con lacune di organico e la sospensione delle attività del pronto soccorso dell’ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense – sono assolutamente precarie.

Tutto comincia quando una ragazza di Salerno, accompagnata dalla madre, raggiunge il presidio ospedaliero di Sorrento. Ha necessità di un consulto al pronto soccorso.

Viene accolta e attende il suo turno in corsia. A causa del rigido protocollo anti Covid, l’infermiera chiede alla madre della ragazza di attendere all’esterno, accomodandosi in sala d’attesa.

Le viene detto che non potrà stare vicino alla figlia quando dovrà parlare con i medici. E qui inizia a salire
la tensione. L’anziana non ci sta e inveisce contro l’operatrice sanitaria che prova a calmarla e a spiegarle che i rigidi protocolli anti-virus non possono essere ignorati.

Chiede ragguagli e protesta perché esige di assistere alla visita della figlia e di parlare con i medici. Passano i minuti e la situazione degenera. Quando la ragazza sta per accedere per la visita, la madre torna a scagliarsi contro l’infermiera. Prima parole grosse e offese, poi l’aggressione.

La donna colpisce al volto l’operatrice sanitaria e solo l’intervento di altro personale scongiura ulteriori conseguenze. Per l’infermiera ci sono lesioni al volto e all’occhio.

Viene prontamente medicata stesso in reparto. Mentre a carico della signora potrebbe scattare una indagine per l’aggressione, il caso è stato già denunciato anche tra le organizzazioni sindacali. L’infermiera – a cui i colleghi, l’Asl Napoli 3 Sud e la direzione sanitaria dei presidi riuniti della penisola sorrentina hanno immediatamente espresso solidarietà e vicinanza – non è in malattia. Anzi, tuttora sta proseguendo a prestare servizio e assistenza in corsia.

Dovrà continuare a lavorare, nonostante le ferite, perché vista la carenza di personale – tra assenze e lavoratori in ferie -l’ospedale rischia di non garantire i servizi alla comunità. Niente malattia per l’operatrice per mancanza di personale e giro ferie in corso.

Più informazioni su

Commenti

Translate »