Quantcast

Sorrento: camion urta contro una pensilina, transenne al porto

Più informazioni su

Sorrento: camion urta contro una pensilina, transenne al porto. A fornirci tutti i dettagli è Massimiliano D’Esposito in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Camion urta contro la pensilina del porto di Sorrento: interdetto il transito veicolare e pedonale nella parte sottostante la struttura per evitare rischi per i passanti. È quanto dispone un’ordinanza del sindaco Massimo Coppola che si rifà al verbale redatto dai vigili del fuoco di Napoli e trasmesso al Comune. I pompieri sono intervenuti in seguito alla segnalazione che un mezzo pesante della ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti è finito contro la copertura edificata lungo la banchina. Impatto che ha provocato la caduta di intonaco e calcinacci, per fortuna senza ferire nessuno. I vigili del fuoco hanno, quindi, provveduto a rimuovere le parti a rischio di cedimento ed a posizionare le transenne per impedire il transito di pedoni e di veicoli. Ciò per evitare che in caso di crolli qualche passante potesse essere investito dai detriti. Dopo l’incidente ed i primi interventi di messa in sicurezza è stato eseguito un sopralluogo nell’area di Marina Piccola anche da parte dei tecnici del Comune di Sorrento, insieme agli agenti della polizia municipale e agli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare. Inseguito alle ulteriori verifiche, così come richiesto dai vigili del fuoco, è stata chiusa la parte della banchina sottostante la struttura imponendo la riduzione della carreggiata in modo da garantire comunque la fruizione della zona portuale ai pendolari delle vie del mare e ai tanti turisti che attraversano il molo per imbarcarsi sui traghetti con i quali raggiungono Napoli, Capri, Ischia e la costiera amalfitana.

I LAVORI Nel frattempo, tenendo conto dei rilievi tecnici, il sindaco di Sorrento ha ordinato ai responsabili dell’ufficio Demanio marittimo della Regione, ente proprietario dell’area interessata dal dissesto, «di attuare, ad horas, gli interventi per la messa in sicurezza della pensilina interessata dal crollo» e «tutti i necessari provvedimenti atti a prevenire ed eliminare le situazioni di rischio». Dai competenti uffici della Regione dovranno comunicare la data di avvio dei lavori ed indicare le ditte incaricate per consentire gli eventuali controlli. Gli uffici comunali dovranno anche essere informati ad ultimazione delle opere previste. Il sindaco Coppola avverte la Regione che « gli interventi di messa in sicurezza costituiscono onere reale sulle aree e manufatto oggetto di accertamento e che l’inottemperanza sarà comunicata all’autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 650 del codice penale, fatta salva ogni altra situazione che possa configurare diversa fattispecie di rilevanza penale».

Il primo cittadino di Sorrento chiede maggiori controlli lungo le strade. A spingere Coppola a chiedere la collaborazione delle forze dell’ordine, le numerose segnalazioni i veicoli che, soprattutto la sera e di notte, oltrepassano i limiti di velocità, rappresentando un enorme pericolo per cittadini e turisti.

Più informazioni su

Commenti

Translate »