Quantcast

Si accelera sui vaccini: dopo Meta, l’open day anche a Sorrento

Più informazioni su

Si accelera sui vaccini: dopo Meta, l’open day anche a Sorrento. Ce ne parla Francesca Mari in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Con l’avvicinarsi dell’apertura delle scuole l’Asl Napoli 3 adotta misure di potenziamento per la campagna vaccinale rivolta alla platea scolastica. Ora l’obiettivo sono i docenti no-vax e gli studenti, tanto che l’azienda sanitaria guidata del direttore generale Gennaro Sosto, ha disposto che da domani i 35 hub disseminati tra i 57 Comuni della provincia saranno aperti dalle 8 alle 20 proprio per accelerare le procedure di immunità per il mondo della scuola. Inoltre, come indicato nella circolare dell’Asl, il personale scolastico e gli studenti minorenni con i propri genitori potranno recarsi ai punti vaccinali territoriali senza prenotazione».
I genitori accompagnatori (se non vaccinati) o riceveranno il siero al momento, se disponibile, o saranno prenotati seduta stante. «Abbiamo già vaccinato 32mila insegnanti – spiega Pierluigi Pecoraro, responsabile campagna scuola – e ora stiamo puntando su coloro che non si sono ancora iscritti in piattaforma, cioè almeno 800. Contiamo di coinvolgerli con questa iniziativa, insieme ai minori su cui senz’altro bisogna lavorare. Questi, infatti, devono essere prenotati dai genitori e molte famiglie sono ancora reticenti».
Infatti, l’obiettivo reale è raggiungere più che i docenti, di cui è immunizzato oltre l’80%, soprattutto la fascia di studenti tra i 12 e i 17 anni. Di questi, su un totale di 72144, si sono prenotati in circa 40mila e 24463 hanno ricevuto la prima dose mentre 11321 anche la seconda. Ora bisogna coinvolgere i restanti 35mila. Non solo minori. La campagna di sensibilizzazione alla vaccinazione dell’Asl non si ferma e numerose sono le iniziative in cantiere. A oggi, su 925mila e 996 persone del territorio, hanno ricevuto la prima dose 667622 cittadini e 539057 anche la seconda; è stato raggiunto così il 73,21% dei vaccinati con prima dose e il 58,24% anche con la seconda. L’obiettivo minimo per raggiungere l’immunità di gregge è vaccinare almeno l’80% della popolazione. Per questo motivo l’Asl accelera per arrivare ad ottobre, quando si teme l’arrivo della quarta ondata. Proseguono, infatti, gli Open day che adesso, vista la stagione, si concentrano in penisola sorrentina e nelle località balneari. Dopo il successo a Meta con 200 adesioni al «Vacci-al-mare» (l’open day in spiaggia con caffè e cornetto tenutosi venerdì) ora tocca a Sorrento.

IL «PRESSING» Infatti qui venerdì 27 agosto dalle 17 a mezzanotte ci sarà l’Open day «VaccinPiazza» in piazza Angelina Lauro. L’iniziativa, organizzata da Asl e Comune di Sorrento non contempla prenotazione e sarà somministrato Pfizer. Inoltre, l’azienda fa sapere che sono in programma degli Open day a Pomigliano, Nola e Castellammare ma ancora da definire. Ora insomma, la partita è sul recupero di quelle circa 200mila persone che non si sono prenotate e oltre alle campagne e agli appelli a vaccinarsi, la direzione aziendale ha messo in atto veri e propri tavoli di lavoro. È il caso, per esempio, dei 300 dipendenti che non risultano in piattaforma. «Trattandosi di piattaforme frammentate per regioni – spiega il direttore sanitario Gaetano D’Onofrio – e non un’unica nazionale, ci siamo accorti che molti che da noi risultano non vaccinati, si sono immunizzati altrove.: abbiamo già ricevuto 70 certificazioni. Solo dopo questa indagine potremo agire con le misure disciplinari per i no-Vax».

Più informazioni su

Commenti

Translate »