Quantcast

Salerno, sprint per il nuovo Ruggi: consegnato alla Regione il progetto definitivo da 250 milioni

Più informazioni su

Salerno, sprint per il nuovo Ruggi: consegnato alla Regione il progetto definitivo da 250 milioni. Ne parla Alessandro Mosca in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Lo sprint per la maxi opera pronta a rivoluzionare la Sanità in città è partito da tempo. E, adesso, è arrivato a un punto focale: è stato consegnato, infatti, il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo ospedale “Ruggi”. La conferma che è terminato il “disegno” della struttura che sorgerà nella zona industriale, nell’area ex Finmatica, è arrivata direttamente da Palazzo Santa Lucia: gli uffici della Regione Campania, infatti, hanno preso atto dell’elaborato griffato dallo Studio Altieri – la società mandataria della Rti che si è aggiudicata l’appalto per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva della struttura sanitaria del dal Raggruppamento temporaneo d’imprese composto anche dai coreani di Samoo Architects & Engineers Co.Ltd, da Iconia Ingegneria civile Srl e da un team di esperti salernitani. – consegnato tramite il responsabile unico del procedimento, l’ingegnere Roberta Santaniello , lo scorso 11 agosto. Un passaggio obbligato, dunque, che dà il via allo sprint per la realizzazione del nuovo ospedale. E che, soprattutto, definisce nel dettaglio quanti soldi ci vorranno per il nosocomio destinato a prendere il posto della “vecchia struttura” di via San Leonardo: «L’importo dei lavori complessivamente è pari a 249 milioni 561mila euro», si legge nella determina della Regione Campania. Un maxi investimento, quindi, arrivato alla sua definizione al termine di un iter lunghissimo, scattato nel lontano 2017 quando la Regione mostrò l’interesse a creare un nuovo polo sanitario in città fino alla svolta del 2019 quando il Comune di Salerno individuò i terreni dove costruire il presidio nella zona industriale, un’area inizialmente destinata alla costruzione di un nuovo complesso residenziale.

I prossimi passaggi sono stati già definiti dalla Regione: dopo la convocazione di una prima conferenza dei servizi tenuta lo scorso 3 luglio in cui è stato analizzato il progetto di fattibilità tecnico-economica del nuovo “Ruggi” e un ulteriore summit del 17 luglio in cui sono state acquisite ulteriori documentazioni dagli Enti coinvolti nella realizzazione del nuovo ospedale, adesso ci sarà la riunione definitiva, favorita anche dalla decisione di escludere dalla Via il cantiere dell’opera arrivata lo scorso 4 agosto sempre da Palazzo Santa Lucia. Nelle prossime settimane, infatti, si terrà un’ulteriore conferenza dei servizi «finalizzata all’approvazione del progetto definitivo nonché all’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e della dichiarazione di pubblica utilità dell’opera». Sarà un appuntamento decisivo. Fondamentale: con l’approvazione del progetto definitivo, infatti, in breve tempo potranno anche essere definite le gare d’appalto per la realizzazione del nuovo ospedale “Ruggi”.

Ma come sarà il nuovo polo della Sanità di Salerno? Negli ultimi progetti presentati, infatti, emergeva che l’impianto architettonico sarà composto da un edificio principale che prevede un podio che si alza per tre piani e un livello interrato che conterrà tutti principali servizi di diagnosi e cura oltre alle attività di supporto. Si aggiunge il sistema delle torri che si sviluppa su quattro livelli e sarà dedicato alle unità di degenza e alle funzioni legate alla didattica e all’Amministrazione. Previsti, inoltre, tutta una serie di interventi collaterali per far sì che il nuovo ospedale “Ruggi” possa essere raggiunto con grande facilità: ci sarà, infatti, una nuova uscita della tangenziale per rendere veloci i collegamenti via terra oltre a una serie di opere sulla viabilità ordinaria. Nel progetto del prolungamento della metropolitana leggera fino all’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, inoltre, è stata prevista anche una fermata del treno proprio nei pressi del nosocomio. Il dato è tratto: i lavori del nuovo “Ruggi”, a breve, potranno anche iniziare.

Più informazioni su

Commenti

Translate »