Quantcast

Ravello in festa per la compatrona Santa Chiara. Il Papa: “Modello di coraggio nel seguire Cristo”

Pantaleone è il Santo Patrono di Ravello e ricorre il 27 luglio. Nonostante l’immensa devozione nei confronti di San Pantaleone, a Ravello è molto sentita anche la festa di Santa Chiara, la compatrona dell’omonimo monastero ancora oggi abitato dalle figlie di S. Chiara d’Assisi, più comunemente conosciute come Clarisse.

All’udienza generale di questa mattina, Papa Francesco ha ricordato la fondatrice dell’ordine delle Clarisse, nel giorno della sua memoria liturgica, come un luminoso esempio per la sua totale adesione a Cristo. Non una fuga dal mondo quella della giovane di Assisi che nella clausura si è spesa anche per la vita comunitaria senza dimenticare i poveri e il prossimo.

L’origine della presenza delle Clarisse a Ravello è incerta ma sicuramente deve essere collocata anteriormente ai primi atti attestanti tale presenza, 26 luglio 1297, con cui si datano delle proprietà terriere. Questo Monastero può ritenersi a buon diritto, una delle più antiche fondazioni francescane femminili in assoluto, risalendo il primo insediamento nella seconda metà del XIII secolo ossia, solo qualche anno dopo la morte della santa di Assisi.

Commenti

Translate »