Quantcast

Ravello: a Ferragosto bagni pubblici chiusi, continua il degrado

Ravello, a Ferragosto bagni pubblici chiusi.

Dal 3 agosto scorso, proprio nei giorni di massima affluenza turistica, i servizi igienici non sono accessibili a causa dell’abbandono, repentino, dell’impresa che garantiva la gestione dei servizi, la quale ha rescisso il contratto col Comune di Ravello.

Ora l’Amministrazione comunale non riesce a reperire personale che assicuri il servizio di pulizia e igienizzazione degli ambienti.

Tanti i visitatori, anche di giornata, che hanno preferito la Città della Musica nel giorno più caldo dell’anno e che in Piazza Vescovado non hanno potuto usufruire delle toilette pubbliche.

E questo pomeriggio tra le vie del centro storico sono state rinvenute addirittura feci umane. All’interno del supportico di Villa Rufolo, a Via dell’Annunziata, a una quarantina di metri dalla piazza, qualcuno non ce l’ha fatta a resistere, lasciando finanche fazzoletti di carta utilizzati per pulirsi dove la lordura è stata depositata.

Un’immagine indegna, che rovina l’immagine di  Ravello, centro ad alta vocazione turistica di fama mondiale incapace di garantire servizi minimi all’utenza.

Ora l’Amministrazione comunale non riesce a reperire personale che assicuri il servizio di pulizia e igienizzazione degli ambienti.

Commenti

Translate »