Quantcast

Positano, impennata del turismo. Frenano albergatori e ristoratori: “Avremo sempre la pistola puntata alla tempia”

Positano registra numeri di un turismo da urlo nonostante un’emergenza sanitaria tutt’ora in corso, seppur notevolmente ridotta nella città verticale e in costiera amalfitana. Il turismo ha ripreso a portare nella città verticale anche i turisti inglesi e americani che mancavano ormai da quasi due anni.

Nonostante il boom pazzesco, i titolari di strutture ricettive e ristoranti si dicono ancora incerti e con “la pistola puntata alla tempia”. A tal proposito abbiamo ascoltato gli albergatori e ristoratori di Positano, tra cui Gian Maria Talamo dell’Hotel PasiteaQuest’estate è andata molto, ma molto meglio dello scorso anno. Sono arrivati americani, europei, mancano australiani, coreani e tante altre nazioni, ma c’è stato un turismo anche estero al confronto dello scorso anno in cui erano solo italiani. Nulla di paragonabile al 2019, ma si prospetta un settembre ottimo.

Gli albergatori, però, non nascondono alcune insicurezze: Siamo sempre nell’incertezza sulle misure che verranno adottate. Albergatori e ristoratori avranno sempre la pistola sulla tempia.

Commenti

Translate »